13

Francesco Hayez, il Bacio e i meravigliosi nudi femminili alle Gallerie D’Italia

Francesco Hayez (Venezia, 1791–Milano,1882) è l’autore del quadro Il bacio, divenuto una sorta di icona dell’ottocento.
Ci sono immagini che contribuiscono a sintetizzare lo spirito di un’epoca e di sicuro il Bacio di Hayez appartiene a queste.


Francesco Hayez, il Bacio e i meravigliosi nudi femminili alle Gallerie D’Italia


Il Bacio, una sorta di manifesto del romanticismo è esposto, per la prima volta anche insieme ad altre tre magnifiche versioni del quadro, alle Gallerie D’Italia di Milano in una mostra strepitosa che raccoglie circa 120 opere dell’artista.


Francesco Hayez, il Bacio e i meravigliosi nudi femminili alle Gallerie D’Italia


La mostra segue una successione cronologica: dagli anni della formazione tra Venezia e Roma, ancora nell’ambito del Neoclassicismo, sino all’affermazione, a Milano, come protagonista del movimento Romantico e del Risorgimento accanto a Verdi e Manzoni, con i quali ha contribuito all’unità culturale dell’Italia.


Francesco Hayez, il Bacio e i meravigliosi nudi femminili alle Gallerie D’Italia


La mostra, curata da Fernando Mazzocca, presenta opere famose accanto ad altre presentate al pubblico per la prima volta.
Francesco Hayez seppe padroneggiare generi pittorici diversi: la pittura storica, il ritratto, la mitologia, la pittura sacra e l’orientalismo.


Francesco Hayez, il Bacio e i meravigliosi nudi femminili alle Gallerie D’Italia


Nella sua pittura grande rilievo ebbe il nudo femminile, un genere poco frequentato dalla pittura ottocentesca italiana, per ovvie ragioni di censura, ma che Hayez padroneggiò in modo grandioso realizzando capolavori di disarmante sensualità come La Venere che scherza tra due colombi o La Maddalena Penitente .


Francesco Hayez, il Bacio e i meravigliosi nudi femminili alle Gallerie D’Italia


Negli anni di Hayez non era facile dipingere nudi o opere come Il Bacio, per questo è stato un pittore modernissimo sebbene dal tratto fortemente accademico.
Francesco Hayez , dimostra sin da bambino una grande predisposizione per il disegno, divenne allievo del pittore Francesco Magiotto, frequentò corsi di nudo e nel 1806 venne ammesso ai corsi di pittura della Nuova Accademia di Belle Arti di Venezia.


Francesco Hayez, il Bacio e i meravigliosi nudi femminili alle Gallerie D’Italia


Trasferitosi a Roma, dopo aver vinto un prestigioso concorso di pittura, divenne allievo del grande Canova, sua guida e protettore.
Nel 1814 si trasferì a Napoli dove gli venne commissionato da Gioacchino Murat il dipinto Ulisse alla corte di Alcinoo.


Francesco Hayez, il Bacio e i meravigliosi nudi femminili alle Gallerie D’Italia


Passò il resto della sua esistenza dedicandosi all’insegnamento all’Accademia di Belle Arti di Brera e morì a Milano il 21 dicembre 1882 all’età di 91 anni.


Hayez
Gallerie D’Italia
Piazza Scala
Milano
dal 7 novembre al 21 febbraio 2016

TODAY

20 Oct

Sunday

Le Rubriche

Photo Gallery