Madame de Pompadour, la maîtresse più potente d’Europa tra danze e piaceri d’amore

Madame de Pompadour è stata una delle donne più invidiate della sua epoca e il suo salotto era il sogno di intellettuali e scrittori.
Una mostra suggestiva ed elegantissima celebra i fasti del settecento francese Dansez, embrassez qui vous voudrez, Fêtes et plaisirs d’amour au siècle de Madame de Pompadour, tradotto : Danzate, abbracciate chi volete, feste e piaceri d’amore nel secolo di Madame de Pompadour.


Madame de  Pompadour, la maîtresse più potente d’Europa tra danze e piaceri d’amore


Si tratta di una mostra che racconta le feste e i piaceri dell’amore sensuale rappresentato su splendide pitture, sculture, manifatture e su delicate porcellane dipinte.
Tra in nomi che hanno contribuito a produrre questi capolavori raffinatissimi ci sono Nicolas Lancret, Bonaventure de Bar o Pier Antoine Quillard e Watteau.
Nessuno come loro è riuscito a narrare attraverso le immagini le atmosfere galanti e gli incontri d’ amore che avvenivano nell’enturage della corte francese.
Per non parlare delle, a dir poco sublimi, rappresentazioni di incontri sensuali fatte sui ventagli con gesti elegantissimi e pose studiate.
Madame Pompadour fu la musa ispiratrice per molti artisti che orbitavano intorno al suo splendido salotto regale.


Madame de  Pompadour, la maîtresse più potente d’Europa tra danze e piaceri d’amore


Di lei Voltaire dice: “La ragazza era ben educata, saggia, amabile, piena di grazia e di talento, nata con del buon senso e del buon cuore. Io la conoscevo bene; fui anche confidente dei suoi amori. Mi confessò di aver sempre avuto il segreto presentimento che sarebbe stata amata dal re e che, senza rendersene conto, si era sentita crescere dentro una violenta passione per lui”.
Jeanne Antoinette Poisson, marchesa di Pompadour, detta Reinette, la reginetta, è passata alla storia come Madame de Pompadour, nacque a Parigi nel 1721 e morì nella reggia di Versailles nel 1764 dove passò quasi tutta la vita legata al re Luigi XV di cui fu la favorita e l’amante.
Grazie alla sua bellezza ed intelligenza riuscì a conquistare il re che la face marchesa de Pompadour e fu riconosciuta come maîtresse-en-titre, un’ amante ufficiale.
Senza dubbio è stata la donna francese più potente del XVIII secolo, la sua influenza sul re fu totale, non fu solo compagna di letto ma sua grande consigliera, riuscendo ad influenzare le scelte più delicate del re.


Madame de  Pompadour, la maîtresse più potente d’Europa tra danze e piaceri d’amore


Oltre ad ottenere cariche per amici e familiari riuscì in un’impresa politica importantissima: il rovesciamento delle alleanze, con il quale la Francia si unì al Sacro Romano Impero.
Ma le sue doti andarono ben oltre la politica e si concentrarono sul teatro, l’arte, la letteratura e la moda .
Fu lei a dettare lo stile dei gloriosi anni dell’illuminismo francese e fu lei la vera grande mecenate degli enciclopedisti.
La grande opera l’Encyclopédie, uno dei più importanti capolavori del sapere fu ristampata grazie all’intervento della Pomapadour che nutriva grande interesse per le idee dell’illuminismo francese.
Usò il suo potere per metterlo a servizio del sapere, odiata da molti, che la consideravano la puttana del re, possiamo tuttavia affermare con certezza che di puttane di tale categoria dovrebbe esserne pieno il mondo.


Madame de  Pompadour, la maîtresse più potente d’Europa tra danze e piaceri d’amore


DANSEZ, EMBRASSEZ QUI VOUS VOUDREZ
Fêtes et plaisirs d’amour au siècle de Madame de Pompadour
Musée du Louvre-Lens
99 Rue Paul Bert, 62300
Lens
03 21 18 62 62
dal 05.12.2015 al 29.02.2016
www.louvrelens.fr

TODAY

24 Sep

Thursday

Le Rubriche

Photo Gallery