Archive for giugno, 2017

Lo “spazio” fantastico-tribale di Frankie Morello – SS 2018

SFILATA FRANKIE MORELLO SS 2018 ALLA MILANO MODA UOMO 2017

Nelle tribù africane la pittura corporea rappresenta la massima espressione artistica dell’io. Ci si “maschera” quando si va a caccia, ci si colora il viso per festeggiare un evento, per “chiamare la pioggia“, per cacciare gli spiriti. In Niger le tribù nomadi del Sahel gareggiano con le labbra annerite di carbone e il viso coperto di ocra, per contendersi i favori delle fanciulle in età da marito; è un rito seduttivo dove vincono i colori e le complessità dei disegni.

Il marchio di moda Frankie Morello ha affascinato il pubblico della Milano Moda Uomo con una collezione che è omaggio all’ambiguità delle maschere, una celebrazione al mistero, ed esaltazione di una realtà immaginifica.



La collezione Primavera Estate 2018 di Frankie Morello disegna uno spazio dove umanoidi Avatar si mescolano con soggetti che sembrano arrivare da una realtà tribale, indossano grosse collane di legno, pietra, ossi e sugheri. E’ un uomo che si sposta dai fondali marini, camminandoci sopra come un Cristo e come Christo ha permesso recentemente con la sua opera “The Floating Piers“, la passerella gialla galleggiante sul Lago d’Iseo.
E’ un man in black tra gli extraterrestri, un agente segreto che veste materiali tecnologici quali cavi e fili elettrici accostati a ricami handmade a filo, classica stringata in cuoio o sneakers in pelle e canvas con stampe.



Una collezione-metamorfosi dalla preponderanza di neri, blu elettrici, denim, contaminazioni rock e geometriche; una visione, quella di Nicholas Poggioli, direttore artistico di Frankie Morello, che apre le acque alla maniera di Mosè, dentro puoi vederci il nulla o il tutto, il mistero della vita, della fede, dell’esistenza di esseri superiori; natura e tradizione sono un tutt’uno, l’astrattismo diventa concreto e l’impossibile diviene possibile.

Guarda la collezione Primavera Estate 2018 di Frankie Morello:



 

Potrebbe interessarti anche:

FRANKIE MORELLO COLLEZIONE AUTUNNO- INVERNO 2017/18

BIKINI MI.MA. SS’ 17: UNO STILE UNICO, TUTTA L’ ESTATE

BIKINI MI.MA. SS’ 17: UNO STILE UNICO, TUTTA L’ ESTATE

Bikini. mi.ma, affermato brand di beachwear, con pluriennale esperienza nel settore, presenta alla stampa milanese la sua nuova linea di costumi SS2017, innovativa e immediata.

Alla base dei tanti successi ci sono l’attenta ricerca stilistica, la vestibilità perfetta e la varietà di modelli mixabili tra loro.

L’hippie chic è il fil rouge della collezione, caratterizzata da ricami a uncinetto, punto cavallo e sangallo. Geometrie “stile azulejos”, floral print ed ethnic pattern, arricchiti da applicazioni fresche e giovanili, come perline, petali e margherite colorate, personalizzano ogni capo nei minimi dettagli rendendolo un pezzo unico e originale.

Linee semplici e pulite permettono accostamenti cromatici audaci e giocano su abbinamenti di texture differenti come il lurex con il dainetto elasticizzato, i laminati con lo chiffon e il pizzo con la lycra.

Ogni costume esprime la filosofia Mix&Match, consentendo a ogni donna di creare il proprio abbinamento perfetto, in accordo con il proprio stile e il proprio fisico, scegliendo tra infinite combinazioni e fantasie.

Sempre al passo con i tempi, quest’anno Bikini mi.ma. lancia la promozione social Mix&Share: 20 top influencer del panorama italiano, per tutta l’estate, condivideranno con i propri follower la loro personalissima “combo beachwear” scelta tra una selezione di bikini “as-you-like”.

Luci puntate sulla capsule sporty di Federico Monzani, famoso illustratore e graphic designer, che per l’estate di Bikini Mi.Ma. ha dato vita a simpatiche vignette colorate e smart.

Tutti i costumi e i fuori acqua Bikini mi.ma. sono concepiti in Italia sotto il diretto e attento controllo dell’ufficio stile in tutte le fasi. Tutto questo per mantenere nei fatti, e non solo a parole, l’impegno di creare capi di qualità curati in ogni minimo particolare.

Pitti Uomo 92 – il best of della prossima stagione SS18

La manifestazione fiorentina dedicata alle collezioni della prossima primavera-estate, giorno dopo giorno, snocciola novità, ospiti, eventi imperdibili e cocktail per celebrare l‘uomo che verrà.


Le novità sono tante ed entusiasmanti,  alcune forse un tantino stravaganti ma tutte da scoprire, brand dopo brand. Alla Fortezza da Basso i buyer e i giornalisti più affermati si ritrovano gomito a gomito con i personaggi più noti, dai campioni sportivi alle star dello spettacolo, e i famosi Pitti Peacocks, eccentrici ed estrosi esibizionisti che danno in pasto ai fotografi i loro studiatissimi outfit, aggiungendo la giusta dose di folklore e di colore alla manifestazione.


Pitti Blooms è il nuovo tema guida dei saloni estivi 2017: sul progetto del lifestyler Sergio Colantuoni fiori macroscopici hanno invaso la fortezza con un piglio ironico e onirico. E per la prima volta, dal 13 al 19 giugno, al primo piano de La Rinascente di Milano ci sarà un angolo dedicato a Pitti con una capsule di capi ed accessori proprio legati al tema di questa edizione.


Mille e duecento aziende, sia italiane sia estere, delle quali duecentoventi, tra nomi nuovi e rientri al Salone, porteranno alla ribalta le collezioni primavera-estate 2018, strizzando l’occhio ai consumatori di tutto il mondo a caccia di stile.
Il Made in Italy, in particolare, ha ottime chance sui mercati internazionali, dove gli uomini stanno aumentando la propria propensione allo shopping, con percentuali decisamente più alte rispetto a quelle delle donne.


Ecco il meglio dello Street Style di questa edizione, dettagli, accessori, colori…


Foto: Nasario Giubergia





Potrebbe interessarti anche:


Pitti Uomo 91 – Il Best of della prossima Stagione Invernale


Pitti 91 – Gabriele Pasini: l’abito 3 pezzi


Pitti Uomo 90: parlano gli esperti in fatto di stile


È morto Roger Moore, sette volte James Bond.


Il Gentleman e la rasatura tradizionale

Happy Birthday – fashion editorial

Photographer: Paco Di Canto


Assitant photographer: Umberto Scimitto

Styling: Gabriella Ferrazzano

Make up: Chiara Sabbatino

Model: Noemie

Agency: Beyond Models

cappotto in lana e top in pelle incrociato Alessandra Governa, corona Francesco Ballestrazzi, accessori Mia’s



sx abito Alberto Zambelli, cerchietto Francesco Ballestrazzi, anello Mia’s



abito bordeaux stampa a fiori Marianna Cimini, cerchietto Francesco Ballestrazzi





H

Abito Alessandra Governa, colletto Francesco Ballestrazzi



cappotto e pantalone Alberto Zambelli, top Alessandra Governa, scarpe Lamperti, accessori Mia’s



F

Abito in velluto e piume Marianna Cimini – anello Mia’s



Untitled-3

sx cerchietto di piume e colletto ruches Francesco Ballestrazzi, cappotto e pantaloni Marianna Cimini, scarpe Lamperti Milano, accessori Mia’s



D

Abito in velluto e piume Marianna Cimini, scarpe Lamperti Milano



I

abito bordeaux stampa a fiori Marianna Cimini, cerchietto Francesco Ballestrazzi, stivali Lamperti



Tutto il meglio dalle sfilate alla Montecarlo Fashion Week 2017

Si è appena conclusa la quinta edizione della Montecarlo Fashion Week, l’evento glamour tanto atteso con un parterre di nomi internazionali del panorama della moda: Naomi Campbell, premiata alla MCFW Ceremony Fashion Awards, Chiara Boni, designer del brand La Petite Robe riceve il Made in Italy Fashion Award e Nima Benati, la giovane fotografa italiana insignita come nuovo talento emergente.

Le sfilate, iniziate il 2 giugno in concomitanza con la Festa della Repubblica, si aprono con la pre-collezione Spring/Summer 2018 di Chiara Boni.

La Petite Robe di Chiara Boni

Boutique in Europa, Medio Oriente, Russia e Canada, il brand La Petite Robe di Chiara Boni è la risposta a chi vuole conciliare eleganza e comodità, per chi pensava fosse impossibile la designer fiorentina, attraverso l’uso sapiente della manifattura, capacità, esperienza che la contraddistingue, ha ideato abiti dalla forma a sirena utilizzando un tessuto stretch che avvolge il corpo esaltandone la sinuosità e la femminilità.

Una capsule collection Beachwear, anticipazione della Primavera Estate 2018, dove dominano i bianchi e i neri, jumpsuites con giocose maniche a sbuffo e baschine, il tocco trendy è dato da speciali turbanti, del medesimo tessuto, arricchiti da fiori stilizzati.

La moda Chiara Boni veste perfettamente ogni forma femminile, per una donna in carriera, valigia alla mano, che non vuole rinunciare ad avere l’abito da gran soirée sempre con sé.

(foto Saverio Chiappalone)

Beach & Cashmere Monaco di Federica Nardoni Spinetta

Una collezione grintosa con richiami fifties dalle gonne a ruota alle camicette allacciate in vita, una Olivia Newton-John di carattere dalla scarpetta rossa tacco a spillo. La collezione, nata dalla collaborazione tra Federica Nardoni Spinetta e Rosanna Trinchese, si arricchisce, oltre ai bikini, di miniabiti, accessori come borse dalle tracolle stellate, jeans boyish style e maxi collane.

Josephine Bonair

Mistica la collezione a partire dai colori, viola e turchese intenso, porpora e gold. L’ambientazione è quella fantastica tra un paesaggio orientale dove le donne indossano kimono abbinati a calze silver alla caviglia, e quella più fiabesca di una principessa dal lungo strascico in voile rosa e corpetto azzurro. Paricolare attenzione ai dettagli, dalle borsette con tracolla fiorata, alle calze in velo e lurex. La chicca: il corpetto dorato con ritratto di Maria Antonietta.



Luca Taiana

Alternativo il marchio Luca Taiana, che prende il nome dal suo creatore, una collection di capi in denim stretch dalle forme costruite impreziosite da lamine e glitter, i volumi sono ampi, i tessuti trasparenti, come i bomber e le camicie sportif.
Il tocco romantico che lo contraddistingue, arriva con il pizzo sangallo sui maxi cuissard e zainetti.
Quella di Luca Taiana è una donna che osa.

Istituto Marangoni Paris

L’Istituto Marangoni di Parigi sfila per la seconda volta alla Montecarlo Fashion Week; quattro sono i talenti che rappresentano la creatività francese: Sainiya He, Ophélie Berton, Hèléne Lennon, Fatima Danielsson. Quattro culture diverse provenienti da Cina, Francia e Svizzera, che raccontano la loro visione della moda con un’impronta al luxury del tutto italiana.

Fatima Danielsson propone maxi giacche strutturate, camicie dalle maniche e dai colli over, seguendo una tendenza di stagione che ha già sfilato sulle passerelle milanesi. Da tenere d’occhio.



Edda Berg

Sotto la voce melodica di Emma Morton, voce finalista del programma X Factor, giovane e fresca la collezione di Edda Berg dal tema floreale; di paglia le borse a mano tonde, i secchielli e gli zaini, le fasce colorate incorniciano il viso, la vestibilità degli abiti è fluida e non costringe il corpo, balze e pizzi per gli abiti da sera, ricami a fiori per le gonne che sembrano dei prati sbocciati di primavera.

Annalisa Queen

E’ il contrasto il tema dominante della collezione di Annalisa Queen: colori invernali mixati a tessuti dalla fluidità estiva, l’artificiale pitone ecologico avvolge il naturale sughero, elemento chiave della capsule; le tonalità più fredde si accostano a quelle calde dell’arancio. Le linee sono essenziali, declinate in mood daily fino all’abito cocktail; il total look comprende accessori come borse e bracciali, dello stesso tessuto di cui sono fatti gli abiti.

Royal Beachwear

Dopo la presentazione a Milano, il brand Royal Beachwear espone anche alla Montecarlo Fashion Week una capsule di costumi luxury dedicati al mondo maschile. Quattro le varianti: un omaggio a Santorini per il costume dalle linee bianche e blu, stemmi blasonati per la fantasia di Elba, azzurro mediterraneo per ricordare le acque cangianti di Capri e infine bordeaux acceso, dedica al lusso patinato di Montecarlo. I dettagli della linea fanno la differenza sulle altre collezioni di costumi, capo di vendita in netta crescita, con finalini personalizzati, logo ricamato e taschini con bottone. Teniamo d’occhio il duo creatore Daniele Motta Locatelli e Manuel Chisso perché sono già intenzionati ad una capsule total look uomo e perché no, al mondo infinito della donna.



Potrebbe interessarti anche:

MONTECARLO FASHION WEEK 2017: IL GALA D’APERTURA CON NAOMI CAMPBELL

TUTTO IL MEGLIO DALLA MONTECARLO FASHION WEEK 2016

PHILIPP PLEIN PREMIATO DALLA PRINCIPESSA CHARLENE ALLA MONTECARLO FASHION WEEK

MONTECARLO FASHION WEEK 2016 – TUTTO SUI TREND P/E 2017

Montecarlo Fashion Week 2017: il Gala d’apertura con Naomi Campbell

Fossero ancora in vita i fratelli Goncourt, avrebbero materiale in abbondanza per i loro diari durante l’ultima edizione della Montecarlo Fashion Week 2017. Persone e atmosfera si prestano molto alle loro raffinate, succulente, pungenti, ironiche descrizioni; Montecarlo è la meta scelta per l’evento moda, la città glamourous dove tutto luccica e sfreccia alla velocità della luce, dove una perla vera si confonde con una fake, si mescolano con sapienza come insegna la “signorina Chanel”, così amava essere definita.

E si apre con una cena di Gala accompagnata dalla Fashion Awards Ceremony, che vede premiate la super top model Naomi Campbell, la designer italiana Chiara Boni e il nuovo talento fotografico Nima Benati, in una location d’eccezione – il Museo Oceanografico di Montecarlo – con ospiti tra cui spiccano Andrea Casiraghi, la moglie Tatiana Santo Domingo Casiraghi e Dana Alikhani, creatrici del brand Muzungu Sisters, la bellissima Beatrice Borromeo e il parterre della Chambre Monégasque de la mode di cui Federica Nardoni Spinetta è fondatore e presidente.

CHIARA-BONI

la designer italiana Chiara Boni



NIMA-BENATI

la giovane fotografa Nima Benati



Una cerimonia dalle infinite sfumature, dalla commozione della giovane fotografa Nima Benati, reduce dall’ultima campagna di Dolce & Gabbana, che ha fatto della sua immagine un marchio di fabbrica mescolando un sapiente uso dei social network al suo lavoro d’immagine; alla premiazione MCFW Made in Italy Fashion Award a Chiara Boni, per il suo importante contributo nella diffusione dell’eccellenza, della creatività e della manifattura italiana. E la bellezza statuaria e sicura della Venere Nera Naomi Campbell, la presenza più attesa di questa Montecarlo Fashion Week, la supermodel che vanta oltre 600 cover internazionali e che ha fatto parlare di sé per i suoi flirting e le bizzarrìe della sua vita privata.

Naomi Campbell premiata alla MCFW Ceremony Awards



La location scelta per la 5^ edizione della Montecarlo Fashion Week, sostenuta dalla Fondazione Principessa Charlène di Monaco, è il Fashion Village di Fontvieille. Hanno sfilato 24 brand ed ha aperto il defilè Chiara Boni con La Petite Robe il 2 giugno in occasione della Festa della Repubblica.

Non solo evento mondano e improntato a far conoscere i nuovi talenti della moda nel fashion biz, la Montecarlo Fashion Week è impegnata anche nel sociale, sono stati infatti raccolti fondi da destinare alla Fondation Princesse Charlène de Monaco, grazie alla vendita di stampe di tre nomi importanti nel panorama fotografico: German Larki, Gabriele Rigon e Daniele Guidetti.

da sx Federica Nardoni Spinetta, Rosanna Trinchese, Chiara Boni, Roberto Rosini, Stefano Bini, Denise Denegri



(Seguono i dettagli delle sfilate)

Potrebbe interessarti anche:

TUTTO IL MEGLIO DALLA MONTECARLO FASHION WEEK 2016

PHILIPP PLEIN PREMIATO DALLA PRINCIPESSA CHARLENE ALLA MONTECARLO FASHION WEEK

MONTECARLO FASHION WEEK 2016 – TUTTO SUI TREND P/E 2017