Archive for Agosto, 2019

American Vintage tributo alla Tee-Shirt Blanc

Già protagonista della campagna adv primavera-estate 2019, questo it piece torna in primo piano nella stagione autunno inverno 2020 per continuare ad amplificare il suo ruolo di must have. Omaggio al capo presente fin dalla creazione di American Vintage nel 2005: la maglietta bianca è un pezzo emblematico dello stile senza tempo del brand, dal carattere unisex e iconico che si afferma ancora oggi enfatizzando la sua silhouette sempre contemporanea.

Realizzata in misto cotone o in puro lino, possiede l’aplomb di una texture spessa oppure esalta la fluidità di un tessuto arioso, dall’effetto fiammato o graffiato, con maniche corte oppure lunghe, a girocollo o con scollatura a V… Chiave di lettura dell’allure di American Vintage, la mitica Tee-Shirt Blanc è intrecciata, sovrapposta, si indossa e si reindossa all’infinito.

Abbinata al denim grezzo, sottolinea la personalità di chi la porta senza modificarla; accompagnata a pezzi forti e a colori più intensi, mette in evidenza le inclinazioni stilistiche più audaci. Possiede il carattere completo tipico dei pezzi indispensabili del guardaroba. La sua semplicità non tollera nessuna approssimazione in quanto a tagli o a scelta dei materiali; le sue linee definite compongono una silhouette che resiste alle tendenze e dura nel tempo.

Unghie – dall’America le ultime tendenze

Cosa arriva dagli States su nail art, smalti unghie, ricostruzione unghie gel, quali mode seguiranno le nail art artist?
Negli States le tendenze in fatto di moda arrivano soprattutto da Hollywood. Quello che indossano, le acconciature, gli accessori e la moda unghie di star e celebrities fa subito tendenza. Ma vediamo quali sono le ultime novità degli States in fatto di manicure.

bulleuwdorothy-and-orbit8

Nail Art bandiera americana




NUOVE TENDENZE OLTREOCEANO

“Unghie a mandorla”
Le dive di Hollywood le sfoggiano sempre di più, le unghie naturali e le ricostruzioni unghie in gel più fashion del momento sono le unghie a mandorla.
Unghie a lunghezza media, leggermente squadrate e limatura arrotondata, per le mani più cool del 2019. Quindi sì a forme più naturali, per un look sobrio  senza esagerare.

585small71273174

Unghie a mandorla



unghie-gel-a-mandorla-in-grigio

Unghie a mandorla



TENDENZE SMALTI PIU’ COOL

Tra i colori smalto per la manicure unghie, dagli Usa arrivano colori come il nero, un classico per tutto il 2019 o il viola scuro bordeaux.
Il nero continua ad essere un grande protagonista, portato da tutte le grandi attrici del cinema e televisione, raffinato, moderno adatto a tutte le occasioni, può essere portato su mani di ogni età.
Abbinati a decorazioni di nail art geometriche ed essenziali con quadri e linee, il nero o il viola danno un risultato garantito.
Non dimentichiamo infine lo smalto unghie oro. Se volete un look veramente glamour, provate la french manicure con smalto nero e una punta impercettibile di oro e poi sceglite di abbinarla con una borsetta glitterata in oro.

81r0w2Us6bL._SX425_

Unghie con nail art e sotto troviamo delle bellissime unghie nere con la french oro


unghie-gel-nere-e-viola

Unghie a mandorla nere con sfumatura viola



“Totalmente Cool”
Oltre all’oro, la french manicure degli States propone punte con smalti metallici o in rosso, altro colore gettonatissimo per quest’anno.

SMALTO UNGHIE PERLATO E CROMATO

Torna di moda lo smalto perlato in pieno revival anni ’90. In particolare dall’America arriva la polvere cromata, un tipo di smalto che può essere steso su un’unghia già smaltata per impreziosire ancora di più la mano e creare un effetto unico.

Unghie cromate



Dall’ America arrivano le novità più interessanti e cool per come realizzare la french manicure e per la nail art. Per cominciare i nail artist americani si sono ispirati alla moda e alle calzature, riprendendo i colori delle scarpe nella french manicure.

Il risultato è un’unghia cool e unica. Provate ad esempio una french con rosso scuro o rosso acceso e punto con smalto color bianco panna a contrasto. O ancora, uno smalto unghie cromato color argento con una spruzzata di smalto corallo chiaro in punta. Combinazioni fuori dall’ordinario per unghie ultra Glam.

L’estate 2019 vede tornare alla ribalta lo smalto metallizzato. In tutte le sue tonalità. Viola, verde arancione o rosa, danno un pò nell’occhio ma sono perfette e garantiscono anche al look più sobrio un twist effervescente. Da abbinare all’ombretto, naturalmente!
Il verde, in tutte le sue sfumature, dal fluo al pastello, dall’acido al bosco, è la nuance perfetta per passare dalla stagione fredda alla rinascita della primavera all’estate.

unghie-a-specchio

Unghie verdi metallizzate



Il rosso passione non può mancare. In nessuna stagione. In autunno coccola, in inverno seduce e, durante la bella stagione, aggiunge un tocco piccante alle vostre giornate: di giorno potete sdrammatizzarlo con T-shirt e jeans e di sera sarete perfette in lungo con la “lacca”.

1523346421_3886ffe605ee14e270027b2912c87ecd-564x574

Unghie rosso passione



Uno dei pezzi forti della prossima primavera è senza dubbio l’arancione: da sempre una valida alternativa al più tradizionale rosso, è ideale per le giornate più calde e per una pennellata vitaminica. Con una raccomandazione, le unghie devono essere corte per non inciampare nel pericolo-trash.

Neon04_2_1024x1024@2x

Unghie arancioni pastello

“INCLUSION” con Daniel Lismore a Napoli – Un incontro tra moda e arte

La moda è arte? Per troppo tempo questo argomento ha tormentato opinionisti e filosofi senza mai arrivare a soluzioni univoche. Lo IUAD, Accademia della Moda di Napoli, ha deciso di andare oltre parlando di “Inclusion” tra Arte e Moda.

È, difatti, proprio questo il titolo della mostra presentata presso il PAN di Napoli, promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli. In questa occasione gli studenti dell’accademia hanno potuto incontrare Daniel Lismore, artista che ha suggerito il tema dell’esposizione e che ha ispirato la realizzazione di opere che hanno reso possibile questo importante incontro inclusivo.

Il Palazzo delle Arti di Napoli ha così ospitato non solo le innovative creazioni degli studenti, ma anche un’esposizione composta dalle creazioni dell’artista londinese, opere che non possono in alcun modo passare inosservate. Raccogliere oggetti, abiti e materiali vari provenienti da ogni parte del mondo per poi riassemblarli realizzando opere strutturalmente complesse, è questo in poche parole il processo creativo di Daniel.

DEJo819H

Come si è potuto constatare in conferenza stampa, l’artista ha fatto della sua arte un vero è proprio status dal momento che non si limita ad esporre le proprie creazioni, ma vive a pieno ogni sua opera. Tutte le sue composizioni sono veri e propri capi d’abbigliamento con i quali si veste.

Questa sua estrosità non viene di certo da un esclusivo bisogno di attenzioni; come più volte ripetuto durante i talk con l’artista, ogni sua creazione nasce da un profondo bisogno di esprimersi senza determinati freni o calcoli pre-decisionali. Verrebbe da definire il suo un “flusso di coscienza” che riesce a far coesistere l’arte e la moda senza punti e senza virgole. 

haR8doj7


I viaggi, le diverse culture e la diversità delle persone che ha avuto l’opportunità di incontrare vivono all’interno e all’esterno di ogni sua creazione. Una stratificazione antropologica di materiali che dialogano fra loro in un connubio perfetto di identità e convivenza.

Il valore dell’universalità è diventato per lui un tema manifesto e ricorrente. Come dichiarato da Daniel Lismore “Penso che viviamo in un periodo storico in cui c’è molto fraintendimento e molta ignoranza, credo sia buono condividere le culture e far sì che vengano apprezzate”.


WH5T95UQ

Questo processo che l’artista trova spesso non intenzionale e piuttosto naturale è in realtà un invito ad aprirsi a conoscere il mondo che ci circonda e ad esplorare la nostra individualità dal momento che ognuno di noi è la composizione intrinseca di varie culture e informazioni, proprio come le creazioni di Daniel.

Tutto questo è stato possibile grazie all’innovativo lavoro che sta facendo l’Accademia della Moda di Napoli, una realtà nata negli anni Sessanta grazie al maestro d’arte sartoriale Domenico Lettieri.


3019Yku_

Oggi lo IUAD con presidente Michele Lettieri, conta due sedi, molteplici corsi che spaziano dal design di moda a quello di interni, coprendo tutti i settori di abbigliamento e calzatura. Un luogo in cui vengono formate nuove menti che, grazie alla forte consapevolezza dell’importanza storica e artistica che viene trasmessa dai docenti, si volgono verso un futuro nel quale l’inclusione diventa la pietra angolare del grande mondo della moda.


v1XOviGg