20 segreti di Star Wars

Star Wars è uno dei film più chiacchierati di sempre ma ci sono venti fatti che pochissimi sanno

Star Wars è uno de film più famosi e amati della storia del cinema e delle due trilogie si sa tutto ma certe cose sono rimaste segrete negli anni, ecco quali.


1. A molti registi il rough cut di Star Wars non era piaciuto


Secondo il libro di Peter Biskind Easy Riders, Raging Bulls al primo screening del film dopo la chiusura a Londra George Lucas invitò diversi suoi amici registi come Steven Spielberg, Francis Ford Coppola, Brian De Palma e John Landis. Nella pellicola ancora mancavano gli effetti speciali e quando la proiezione finì i registi si guardarono imbarazzati. La moglie di Lucas piangeva, De Palma disse che la celeberrima introduzione andava avanti troppo a lungo ed era senza senso e che sembrava scritta sull’asfalto mentre Landis chiese come mai nello spazio fossero tutti bianchi. Solo a Spielberg piacque subito.


2. Star Wars e Ronald Regan


Tutti conoscono la colonna sonora di John Williams ma pochi sanno che è tremendamente simile a quella che Erich Wolfgang Korngold aveva scritto per Kings Row, un film del 1942 con il futuro presidente degli USA Ronald Regan come protagonista. All’epoca la colonna sonora di King’s Row era tremendamente popolare, Regan la fece addirittura suonare al suo insediamento alla Casa Bianca.


3. Alec Guinness odiava il film


Nella sua autobiografia Alec Guinness, che recitava nel ruolo di Obi-Wan Kenobi ha riportato diverse lettere scritte ad amici dal set di Star Wars. Prima di firmare ha scritto a un amico che gli è stato offerto un film sci-fi da Paul [sic] Lucas che era una favola spazzatura. Durante le riprese ha ribadito che “ogni giorno mi arrivano altri dialoghi spazzatura” e che continuava a recitare per i soldi e per avere una sicurezza in caso la sua piece teatrale fallisse.


4. Nessuno degli attori capiva i dialoghi


Le perplessità sui dialoghi erano condivise dagli altri membri del cast, Carrie Fisher, la principessa Leia ha detto che “Nessuno di noi sapeva che cosa stava dicendo” e Harrison Ford che “Puoi scrivere questa merda ma non puoi dirla”


5. Han Solo era un alieno dalla pelle verde


La personalità di Han Solo era basata sull’amico di George Lucas Francis Ford Coppola e sulla sua strafottenza ma doveva avere la pelle verde, nessun naso e delle grandi branchie. Lucas ha poi cambiato ed è diventato un pirata spaziale alla Jack Sparrow e alla terza riscrittura ha deciso di farlo diventare “Un pilota alla James Dean sui 25 anni. Un cowboy su una astronave, sentimentale e sicuro di sé”.


6. Grand Moff Tarkin e le ciabatte


Peter Cushing che interpretava il governatore imperiale Moff Tarkin ha passato solo 5 giorni sul set ma non riusciva a mettere gli stivali della sua divisa dato che portava il 46. Dopo le prime prove Cushing ha chiesto a Lucas di essere ripreso solo dalla vita in su, Lucas accettò e da allora partecipò alle riprese in ciabatte e c’è una foto che prova la cosa.


7. Gli effetti sonori


Il suono della spada laser è stato creato con il suono di un proiettore cinematografico e quello di un microfono che passava vicino a una televisione. Il suono del respiro di Darth Vader invece era respiratore per sommozzatori usato dallo stesso tecnico del suono Ben Burtt.


8. Han solo spara per primo


Uno dei punti più discussi di Star Wars è la scena della sparatoria tra Han e Greedo nella taverna di Mos Eisley.
molti fan credono che Greedo abbia sparato per primo ma nel film originale Greedo non spara proprio. Per l’edizione del 1997 Lucas decise di cambiare questo particolare per cui Greedo spara per primo. Luca ha spiegato la sua scelta al Washington Post dicendo: “Han Solo avrebbe sposato Leia e guardando indietro mi sono chiesto se doveva essere un assassino a sangue freddo. Stavo pensando dal punto di vista mitologico dovrebbe essere un cowboy? Dovrebbe essere John Wayne? E mi sono detto si, dovrebbe essere John Wayne e quando sei John Wayne non spari prima alla gente, gli lasci avere il primo colpo.”


9. L’origine dei nomi


Il nome Jedi deriva dal genere filmico Jidai Geki che veniva usato per i drammi d’avventura in costume. Il nome di R2-D2 deriva dalla fase di post produzione di American Graffiti, un tecnico ha chiesto a Lucas: mi passi il R2-D2 intendendo il reel numero 2 del dialogo numero 2.
Wookie l’ha inventato un amico di George Lucas con cui stava andando in macchina; a un certo punto l’amico esclamò mi sa che ho investito un wookie. Lui rise e gli chiese cosa fosse un wookie e lui rispose che non lo sapeva.


10. La scommessa di Steven Spielberg


Spielberg ci vede lungo, non solo fu l’unico a cui Star Wars piacque subito ma mentre Lucas era andato a trovarlo sul set di Incontri ravvicinati del terzo tipo appena prima del debutto di Star Wars i due iniziarono a discute su quale film avrebbe fatto più successo. Lucas sosteneva Incontri ravvicinati del terzo tipo mentre Spielberg Star Wars. I due quindi scommisero che quello che avrebbe avuto il film di maggior successo al botteghino avrebbe dato il 2.5% dei ricavi all’altro. Spielberg ha guadagnato circa 40 milioni di dollari da quella scommessa.


11. C-3PO e R2-D2 si odiavano


I due droidi sono inseparabili sullo schermo ma gli attori in realtà non potevano sopportarsi. Kenny Baker, l’attore dentro R2-D2 una volta ha raccontato di aver salutato Anthony Daniels, l’attore che portava il costume di C-3PO, ad una convention e lui nonostante non stesse facendo nulla si girò dall’altra parte dicendogli: “Non vedi che sto parlando?”. Daniels era famoso per avere un caratteraccio e per non essere la persona più amichevole del gruppo.


12. Yoda è stato in odore di Oscar


Per l’Impero colpisce ancora Lucas e la 10th Century Fox fecero campagna per far avere la nomination all’Oscar come miglior attore non protagonista a Frank Oz, il burattinaio di Yoda. La campagna si concluse con un nulla di fatto, era contro le regole degli Oscar dare un premio a un burattino e a un burattinaio.


13. Miss Piggy dei Muppet ha fatto un cameo su set


Frank Oz era l’attore che oltre che Yoda interpretava Miss Piggy nei Muppet e quando Mark Hamill era in difficoltà e molto teso al momento di filmare le scene dell’addestramento di Luke su Dagobah Oz portò Miss Piggy sul set per distendere l’ambiente.


14. The Rolling stone, la principessa Leia e Han Solo ad una festa


Secondo Carrie Fisher mentre stavano filmando L’impero colpisce ancora lei aveva affittato una casa da Eric Idle dei Monty Python e avevano un drink che chiamavano il drink della morte tunisino che davano alle comparse per renderle più accomodanti. Una sera Eric Idle chiamò Carrie e le disse di venire che i c’erano i Rolling Stones. Erano tutti a casa di Carrie, lei chiamò Harrison Ford e tutti fecero festa fino a mattina e si presentarono sul set ubriachi e senza aver dormito.


15. Carrie Fisher e la cocaina sul set


In una scena di Il ritorno dello Jedi la principessa Leia ha un’unghia “da cocaina” molto lunga. Carrie Fisher non ha mai nascosto il suo passato con la cocaina e ha confermato, via Twitter che le capitò di sniffare un paio di volte durante le riprese di Episodio VI. A seconda delle location e della disponibilità.


16. Il bacio tra Luke e Leia


Una delle scene più discusse de L’impero colpisce ancora è il bacio incestuoso tra Luke e Leia. Carrie Fisher ha rivelato che quando filmarono la scena loro non sapevano di essere fratelli. Nessuno sapeva lo fossero fino alla pre produzione de Il ritorno dello Jedi.


17. Han Solo e Leia si sarebbero dovuti sposare


Il finale di Il ritorno dello Jedi sarebbe dovuto essere il matrimonio tra Han e Leia ma questo finisce per succedere solo nell’Universo espanso. Nel film sarebbe stato strano vedere un personaggio come Han sposarsi.


18. Alec Guinness guadagnò tantissimi soldi da Star Wars


Alec Guinness fece un solo giorno di riprese per L’impero colpisce ancora, precisamente arrivò sul set il 5 settembre del 1979 alle 8:30 e se ne andò alle 13 e per quelle ore è stato pagato lo 0.25% dell’incasso del film. Milioni di dollari. Nel primo film l’attore riuscì a farsi dare addirittura l’1% dell’incasso.


19. Ti amo. Lo so.


Il più famoso dialogo tra Han e Leia è quando Han sta per essere pietrificato nella carbonite e Leia gli dice: “Ti amo!” e lui risponde: “Lo so”. Han avrebbe dovuto rispondere: “ricordatelo Leia perché tornerò”. Ford in quel momento non sapeva se sarebbe tornato per Il ritorno dello Jedi. Hamill e Fisher avevano già firmato per tre film mentre Ford solo per due e questo è anche il motivo per cui Lucas e la sua squadra decidono di pietrificarlo. Avendo questo in mente Ford si incontra con Irvin Kershner e suggerisce la risposta Lo so. Kersher era convinto ma i due non avvisarono né Carrie Fisher né lo sceneggiatore Lawrence Kasdan i quali si arrabbiarono per essere stati tenuti fuori da una decisione così importante.


20. Il set era un bunker già allora


J.J. Abrams è stato maniacale per quanto riguarda la sicurezza del copione e del set ma Lucas non è mai stato da meno. Prima della proiezione de L’impero colpisce ancora solo cinque persone conoscevano la fine: Lucas; Kershner; Kasdan; Hamill e James Earl Jones. Durante le riprese Lucas fece dire a David Prowse, l’attore che interpretava Darth Vader, “Obi-Wan ha ucciso tuo padre” e solo in post produzione James Earl Jones che era la voce di Darth Vader doppiò l’iconica “Io sono tuo padre”

TODAY

07 Dec

Tuesday

Le Rubriche

Photo Gallery