truedetective

Che cos’è The Western Book of Dead di True Detective?

La prima puntata della seconda stagione di True Detective si chiama The Western Book of Dead ma a cosa si riferisce Nic Pizzolato?

True Detective ha sconvolto la scorsa stagione televisiva. Per la prima volta nella storia della televisione una serie è salita al livello del cinema. Un unico sceneggiatore, un unico regista e star nei ruoli da protagonisti. Le recensioni entusiaste si sono susseguite senza pausa e Nic Pizzolato e Cary Fukunaga, sceneggiatore e regista hanno spiccato il volo verso l’olimpo di Hollywood.


Abbandonato Fukunaga Nic Pizzolato ha scritto anche questa seconda serie, ambientata a Vinci, un paesino californiano in cui Ray Velcoro (Colin Farrel), Frank Semyon (Vince Vaughn), Antigone “Ani” Bezzerides (Rachel McAdams) e Paul Woodrugh (Taylor Kitsch) si daranno battaglia.


Vinci è la versione di fantasia di Vernon, un paese da 90 abitanti e 1.800 aziende. Nel 2010 il LA Times ha scritto un articolo su Vernon e su come questo minuscolo paese sia diventato un ricettacolo di corruzione in cui gli amministratori locali si sono arricchiti partecipando in losche operazioni commerciali. Alcuni di questi amministratori vivevano in “ordinate case di legno con prati verdi strizzate in mezzo a ciminiere, fabbriche alimentari, industrie pesanti, centrali elettriche e tralicci dell’alta tensione”. Un po’ come la casa di Ray Velcoro in True Detective 2. Come se non bastasse anche a Vinci si parla di una inchiesta giornalistica sul paese.


I protagonisti sono Ray Velcoro (Colin Farrell): il detective di Vinci che prima lavorava per lo Sceriffo della Contea di Los Angeles. La moglie di Velcoro è stata stuprata e picchiata e dopo nove mesi ha messo al mondo un figlio. Frank Semyon ha dato a Ray informazioni sullo stupratore e da allora il poliziotto è diventato uno scagnozzo al soldo del malavitoso. Ray Velcoro, uno che beve molto e si arrabbia facilmente, è messo ad investigare sulla scomparsa di Caspere.


Il personaggio di Vince Vaughn, Frank Semyon è un losco uomo d’affari che mette le mani su un appalto per l’alta velocità con l’aiuto di Ben Caspere, l’amministratore di Vinci e della moglie, Jordan (Kelly Reilly).


Altro personaggio che sarà importante è Paul Woodrugh (Taylor Kitsch), un poliziotto stradale che è stato sospeso dopo essere stato accusato da una celebrità di averla importunata sessualmente durante un controllo in strada. Un veterano dell’esercito, con una dipendenza da Viagra e con delle misteriose cicatrici.


Antigone “Ani” Bezzerides (Rachel McAdams) è un agente dello Sceriffo della Contea di Ventura che si occupa di un caso di persona scomparsa. Una persona che ha problemi con la sua sessualità, con l’acool, le scommesse e, probabilmente, con la droga. Ani ha un rapporto difficile con la sorella, una porn star del web e con il padre hippie.


Ben Caspere è invece l’ex amministratore di Vinci, in combutta con Frank Semyon, che viene trovato morto, con gli occhi rimossi e una ferita all’inguine. Il suo cadavere viene lasciato a lato di una strada sotto un cartello di una delle società di Semyon.


Tutti però sono stati incuriositi dal titolo della prima puntata di True Detective 2: The Western Book of Dead. Potete leggerlo qui. Sembra essere uno strano trattato hippie degli anni ’70 che spiega come gli uomini si siano evoluti dalla materia, abbiano trovato dio, perso dio, trovato il nichilismo, trovato l’arte, trovato sollievo in sesso, droghe psichedeliche e necrofilia, abbandonato la morale e siano diventati infelici “pezzi di materia come macchine senza scopo e enigmatici”.

TODAY

19 Nov

Sunday

Le Rubriche

Photo Gallery