Quindi R+L=J era vera?

Oathbreaker, il terzo episodio della sesta stagione di Game of Thrones, ha parlato della più famosa teoria dei fan R+L=J

Questa stagione di Game of Thrones è iniziata con il botto e con più “fan service” di quanto ce ne sia mai stato; dopo il risveglio di Jon Snow per mano di Melisandre (come anticipato dai fan) un’altra teoria dei fan è stata confermata: R+L=J.


Una visione di Bran ci porta di nuovo indietro in un momento in cui un giovane Ned e altri suoi compagni del nord stanno combattendo dei cavalieri della guardia reale, tra cui il grande Ser Arthur Dayne, in un posto chiamato la Torre della gioia. L’obiettivo è quello di salvare la sorella di Ned, Lyanna che è tenuta a quanto pare prigioniera in questo luogo.


La guerra è già finita. Robert Baratheon ha già sconfitto l’esercito dei Targaryen. Tywin Lannister ha già tradito i Targaryen e Jamie Lannister ha già ucciso il re folle.
Dayne e i suoi soldati non hanno niente per cui combattere in apparenza. Mandare tutti questi importanti cavalieri a fare da guardia a una donna in una torre sperduta, poi, sembra strano.
La risposta è un bambino, il figlio che principe Targaryen, Rhaegar ha avuto dalla sorella di Ned, legittimo erede al trono e, quindi, minaccia per Robert.


La R+L=J è una teoria che circola da molto tempo e ha sempre sostenuto che Lyanna era alla torre perché era incinta del bambino di Rhaegar. Ned lo trovò e disse che a tutti che in realtà il bambino era un suo figlio bastardo che chiamò Jon.


Neddard fu costretto a comportarsi in questo modo perché Robert, amico di Ned e re, sosteneva che tutti i bambini Targaryen, in quanto eredi legittimi al trono, fossero sui nemici mortali e come tali dovessero essere uccisi. Avevamo avuto un assaggio di questa politica quando Robert e Ned discutono, nella prima stagione, sulla necessità di uccidere Daenerys che in quel momento si trova nella lontana Essos.
Oltretutto Robert, nel sacco di King’s Landing aveva ucciso i due bambini Targaryen che aveva trovato.


Ripensare alla R+L=J ci fa ricordare come anche a Westeros la storia sia scritta dai vincitori. Gli Stark, i Lannister, Renly e Stannis Baratheon hanno combattuto tutti contro i Targaryen. I Tyrell hanno combattuto per i Targaryen.
Secondo i vincitori il reame era in pericolo non solo a causa del re matto ma anche da una azione folle da parte del principe che prima non era matto. Rhaegar, apparentemente senza motivo, rapisce la figlia di una delle casate più nobili di Westeros quando questa era promessa a un altro nobile molto importante.


Questo, probabilmente non è esattamente quello che è successo.
Lyanna potrebbe essere scappata con Rhaegar per amore, nonostante fosse promessa a Robert e i ribelli potrebbero aver sfruttato l’occasione per far partire il loro “colpo di stato” che era già in programmazione da tempo.

TODAY

25 Jan

Tuesday

Le Rubriche

Photo Gallery