SICARIO, IL THRILLER DI DENIS VILLENEUVE NON DELUDE

Ho ricevuto qualche rimprovero da qualche amico cinefilo per il mio entusiasmo verso il film Sicario che evidentemente non trova tutti d’accordo.
Voglio così approfittare per recensire Sicario diretto da Denis Villeneuve e spiegare i motivi per i quali lo trovo un gran bel film.
Il plot è certamente banale, si tratta di sgominare dei trafficanti di droga messicani notoriamente barbari e sanguinari, al confine tra Stati Uniti e Messico, in una zona dove non esiste la legge.
Tra i protagonisti c’è Kate, un’agente dell’FBI arruolata da un agente del governo in una task force d’elite impegnata nella difficile guerra al traffico di droga.
Il ruolo di Kate è affidato a Emily Blunt, la segretaria del film Il diavolo veste Prada, ma in Sicario la Blunt caccia letteralmente fuori le unghie e dimostra di essere una grande attrice intensa e drammatica.


SICARIO, IL THRILLER DI DENIS VILLENEUVE NON DELUDE


Un altro attore degno di lode è Benicio Del Toro che interpreta il ruolo, certamente scontato e già visto, di chi cerca vendetta per aver avuto la vita distrutta dai narcotrafficanti.
E’ chiaro che si tratta di un film di genere, è un thriller e se non vi piace il genere potete tranquillamente non andare a vederlo.
Se non avete amato Scarface di Brian De Palma, film che adoro, scritto da Oliver Stone mentre cercava di disintossicarsi dalla cocaina, che è un remake dell’omonimo lungometraggio del 1932 diretto da Howard Hawks, o non avete apprezzato Traffic di Steven Soderberg, Sicario certamente vi risulterà indigesto.


Tengo a sottolineare però che Sicario non è bello per ragioni diegetiche o più semplicemente narrative, ma per ragioni squisitamente tecniche ed estetiche, dato che nel cinema l’estetica è asservita alla tecnica e viceversa in un rapporto sofisticatamente sado-maso.
Infatti se il plot è sicuramente banale e già visto in tantissimi film western, la regia di Denis Villeneuve è di prim’ordine, curatissima, estetizzante ed essenziale.
Ciò che però più di tutto va premiato in questo film è la fotografia di Roger Deakins.
Gli scenari sono mozzafiato, nel film si possono ammirare alcuni dei tramonti più suggestivi di quella terra magica e violenta che è il Messico.
Non ne sono certa ma un oscar per la fotografia non lo escluderei per questo film.
Dulcis in fundo non posso non tessere le lodi di Benicio Del Toro che può anche stare muto ma appena la macchina da presa si ferma su di lui, lo schermo si riempie e davvero non ce n’è per nessuno, fascino latino e maledetto Benicio Del toro è davvero un grande attore.


Sintetizzando questo film insegna ancora una volta che gli americani sanno tecnicamente fare un film, e dato che noi italiani siamo ormai assuefatti alle orrende commediole e ai film intimisti e noiosi non possiamo cogliere i veri pregi di Sicario.
Tra l’altro non è neanche un film costato poco perché i soldi al cinema sono importanti.
Se, e mi ripeto, è vero che la storia è banale, i dialoghi sono però giustamente spesso d’effetto perché non dimentichiamo che puoi avere una storia bellissima ma al cinema se i dialoghi fanno schifo non te fai niente della storia.
Insomma fare un buon film non significa avere necessariamente una storia originale perché se hai grandi attori una buona regia e una fotografia da urlo il film lo fai e lo fai bene perché le storie, in fondo, lo dicevano sempre anche i migliori sceneggiatori che abbiamo avuto in Italia Age & Scarpelli, si ripetono sempre e sta ai bravi registi saperle reinventare con tecnica e visionarietà sempre nuova.

Buona visione .






SICARIO

DATA USCITA: 24 settembre 2015
GENERE: Drammatico, Thriller
ANNO: 2015
REGIA: Denis Villeneuve
SCENEGGIATURA: Taylor Sheridan
ATTORI: Emily Blunt, Josh Brolin, Jon Bernthal, Benicio Del Toro, Jeffrey Donovan, Raoul Trujillo, Maximiliano Hernández, Daniel Kaluuya, Dylan Kenin, Julio Cedillo
FOTOGRAFIA: Roger Deakins
MONTAGGIO: Joe Walker
MUSICHE: Jóhann Jóhannsson
PRODUZIONE: Black Label Media, Thunder Road
DISTRIBUZIONE: 01 Distibution
PAESE: USA
DURATA: 121 Min

TODAY

03 Dec

Thursday

Le Rubriche

Photo Gallery