True Detective, Down Will Come

Il quarto episodio della seconda stagione di True Detective si snoda tra intrecci da soap opera e finisce in modo esplosivo

La quarta puntata di True Detective, Down Will Come, è stata la puntata di Paul Woodrugh, il poliziotto interpretato da Taylor Kitsch. Finalmente è stato svelato il dubbio, Paul si sveglia a casa del suo amico dopo la serata al locale dove aveva seguito la pista del sesso a pagamento per Caspere.
I dolori del giovane Paul non si fermano qui però, gli rubano la moto, i cronisti lo inseguono per la non chiara questione Black Mountain e la sua ex ragazza gli dice di essere incinta. Paul vede una opportunità di “salvarsi” dalla sua natura e le chiede di sposarlo.


Fortunatamente la puntata non ha avuto solo questi risvolti da soap opera, l’investigazione è andata avanti. Finalmente c’è un sospetto: Ledo Amarilla, un pappone le cui impronte sono state ritrovate sull’orologio di Ben Caspere, venduto da una sua ragazza a un negozio di pegni. Come causa della morte sembra perfetta, un pappone si serve di una ragazza per rapinare un cliente e la cosa finisce male, non fa una piega come dice Dixon, il vecchio poliziotto ubriacone.


Le possibilità che sia effettivamente andata così sono molto poche, quantomeno questa non è sicuramente tutta la storia. Se Amarilla fosse l’effettivo killer di Caspere allora sarebbe anche lo stesso che ha sparato il colpo di fucile con proiettili di gomma nel petto di Ray vestito da uccello e non sembra molto probabile. Poi Stan, l’aiutante di Frank, per quale motivo sarebbe morto? Insomma non torna nulla.


Prima del ritrovamento dell’orologio tutti gli indizi sembravano puntare sul sindaco, Austin Chessani. Chessani, a detta della figlia interrogata da Ray e Ani “è una persona molto cattiva”. Nonostante sia una persona molto cattiva Ani sembra non voler lasciare in pace la sua famiglia e continua a interrogare e seguire tutti i membri della sua famiglia. Ray, che lo conosce bene, avverte Bezzerides che è un gioco pericoloso e a conferma delle sue parole poco dopo la poliziotta riceve una lamentela a sfondo sessuale da un collega ed è sospesa dal corpo di polizia e rimane, per ora, solo nella squadra investigativa.


In Down Wil Come si torna a parlare dell’inquietante psichiatra Irving Pitler (Rick Springfield). Per ora sappiamo che Pitler è stato lo psichiatra di due persone, Caspere e la moglie di Chessani, ed entrambe sono morte. In particolare la mogli di Chessani era una schizofrenica che si è impiccata mentre era in cura da Pitler. Pitler e Chessani hanno un passato in comune con il padre di Ani. Il padre di Chessani, Chessani e Pitler hanno fatto parte della comune del padre di Ani negli anni ’80.


Quando Ray e Ani chiedono informazioni al vecchio hippie il padre di Ani si rivolge a Ray e dice: Le ha una delle aure più grandi che io abbia mai visto, verde e nera, sta riempiendo tutta questa stanza. Dovevo dire qualcosa. Devi aver vissuto centinaia di vite. Al che Ray risponde: Non penso di poterne gestire un’altra.
Il verde e il nero per quanto riguarda la interpretazione dell’aura, nella cultura new age, sono due colori che significano crescita e rinnovamento, il verde, e ambizione frustrata, il nero. Due colori antitetici che sono in lotta tra loro a simboleggiare la lotta all’interno di Ray.


Down Will Come, però, esplode nel finale. Grazie a un informatore di Dixon scoprono il posto in cui Amarilla è nascosto e si preparano ad andare a prenderlo. I poliziotti hanno molte persone ma Amarilla e i suoi amici hanno fucili automatici e la battaglia lascia sul campo tutti i criminali, quasi tutti i poliziotti e alcuni passanti inermi. Una carneficina. Ani e Ray sembrano particolarmente scossi mentre Paul sembra più a suo agio nella situazione.


Il paragone con la scrittura e soprattutto con la regia della scorsa stagione è impietosa anche se in questa puntata si inizia a intravedere uno schema stile Carcosa, non ci resta che sperare in Pizzolato e nella scelta di registi di livello più alto.

TODAY

07 Dec

Tuesday

Le Rubriche

Photo Gallery