The Body: la nuova campagna di Lane Bryant censurata negli Stati Uniti

Censurare un video perché ritenuto indecente. Oscurare una campagna di sensibilizzazione perché potrebbe urtare l’emotività di qualcuno.

I limiti di bigottismo raggiungono vertici davvero inesplorati, soprattutto quando ad essere giudicata è l’estetica della donna.

Se in Francia, le modelle sono obbligate a presentare un certificato di salute che attesti la compatibilità dell’esercizio della professione con l’indice di massa corporea, negli Stati Uniti, patria dello street food e dei sandwich, i principali networks Nbc  e Abc hanno detto no allo spot This Body di Lane Bryant, che immortala corpi morbi, sinuosi ed ovviamente giunonici.

Protagoniste dello spot sono le modelle plus-size più richieste del momento: Tara Lynn, Georgia Pratt, Precious Lee, Ashley Graham e Denise Bidot.

L’obiettivo del cortometraggio che vede l’operato del fotografo Cass Bird è spronare le donne a prendere consapevolezza del proprio corpo a prescindere della taglia e del colore della pelle.

Lane Bryant lanciando l’hashtag #Thisbody, prosegue le sue campagne a favore della donna curvy, scontrandosi con una mentalità poco disposta ad accettare qualche centimetro in più sul punta vita, favorendo, con non poche insidie, il culto del corpo perfetto.

 

TODAY

27 Nov

Friday

Le Rubriche

Photo Gallery