BABATURBANTE

Catherine Baba, arbiter elegantiae

Lo stile ce l’ha nel sangue, non solo per il lavoro che svolge ma come modus vivendi. Uno charme che sembra essere stato catapultato nel nostro tempo direttamente dagli anni Trenta e un viso che ricorda le dive del cinema muto e la divina Greta Garbo. Catherine Baba è in assoluto una delle stylist più affascinanti del fashion biz.

Sulla sua vita privata regna il massimo riserbo: nessuno conosce di preciso la sua età e su di lei si sa pochissimo.

image

Nata in Australia, Catherine Baba vive a Parigi dal 1996



Può capitare di vederla passare in sella alla sua bicicletta per le vie di Parigi, rigorosamente in turbante anni Venti e tacco a stiletto.

image

Una stylist unica con il suo stile che omaggia gli anni Venti e Trenta

image

Maglione Diane von Fürstenberg, cappa Vivienne Westwood Gold Label, leggings Leonard Paris, orecchini Catherine Baba pour Nouvelle Affair, gioielli Elsa Peretti per Tiffany & Co., anello Boucheron, scarpe Christian Louboutin

image

Top, gonna e cintura Balmain, scarpe Christian Louboutin, occhiali da sole Chloe, turbante Studmuffin NYC at Patricia Field, gioielli Elsa Peretti per Tiffany & Co, rossetto Yves Saint Laurent, Foto di Stéphane Feugere

image

A metà tra una zarina e un’attrice di film muti, lo stile di Carherine Baba la rende unica

image

Gioielli importanti su capi fluidi e l’immancabile turbante anni Trenta



Trasferitasi a Parigi dall’Australia nel 1996, ha dichiarato a Vogue dell’aprile del 2010 di indossare solo pellicce vintage e pare sia solita rivolgersi praticamente a chiunque con l’appellativo di “darling”.

image

Catherine Baba non rinuncia ai tacchi neanche quando pedala la sua inseparabile bici

image

Abito Moschino, occhiali da sole Thierry Lasry, collana Lanvin, bracciale Louis Vuitton, anelli di cristallo Baccarat

image

Catherine Baba ha lavorato anche nel cinema, creando i costumi di film come “I am Love” di Luca Guadagnino e “My Little Princess” di Eva Ionesco

image

Colori caldi e tacco a stiletto



Misteriosa, affascinante, camaleontica, il suo stile è un faro nella nebbia per chi temeva che la classe fosse una prerogativa del passato, ormai estinta. Suggestioni Art Déco e barocche contraddistinguono il suo stile, revival anni Trenta nell’uso spasmodico del turbante, una passione per i tacchi alti, che indossa anche quando pedala la sua inseparabile bici.

image

La stylist ha dichiarato a Vogue dell’aprile 2010 di indossare esclusivamente pellicce vintage

image

Catherine Baba ha alle spalle una collaborazione con Nouvelle Affaire

image

Catherine Baba è originaria dell’Australia e si è trasferita a Parigi nel 1996

image

Uno stile da femme fatale



Pellicce vintage ton sur ton, nappine, gioielli etnici elaborati e sontuosi come opere d’arte, sovrapposizioni strutturate, kimono con frange sopra pantaloni neri e cuissard: una cura maniacale del più piccolo dettaglio è ciò che contraddistingue i suoi splendidi outfit, quasi barocchi per colori e stampe pregiate.

image

Misteriosa ed eclettica, la stylist indossa spesso capi vintage

image

Catherine Baba ha disegnato una linea di orecchini per Gripoix

image

Catherine Baba indossa spesso kimono con stampe di ispirazione Art Déco



Broccato di seta, velluto e una fantasia che mixa in un mirabile gioco suggestioni da bazar etnico e capi haute couture, i Roarin’ Twenties sembrano rivivere in questa giovane professionista della moda internazionale. Genialità assoluta nel suo mixare, in Catherine Baba si respira un’eleganza senza tempo ed una femminilità delicata e vintage che lascia talvolta il posto ad una femme fatale ante litteram.

image

Suggestioni anni Trenta nel suo stile

image

Sovrapposizioni e sapiente mix di stili diversi

image

Catherine Baba ad una serata di gala



Come stylist vanta un curriculum di tutto rispetto: ha collaborato con maison del calibro di Givenchy, Ungaro, Balmain e Chanel. I suoi lavori sono stati pubblicati su Dazed & Confused, Vanity Fair e Vogue. Suoi sono i costumi del film My Little Princess di Eva Ionesco e di I am Love di Luca Guadagnino. Inoltre ha collaborato con Gripoix come creatrice di orecchini e con il brand Nouvelle Affaire creando una collezione ispirata all’artista Gordon Flores. Della serie, la classe non è acqua.

Foto di Ellen von Unwerth, Styling di Catherine Baba

Foto di Ellen von Unwerth, Styling di Catherine Baba

Un altro scatto di Ellen von Unwerth con lo Styling di Catherine Baba

Un altro scatto di Ellen von Unwerth con lo Styling di Catherine Baba

TODAY

14 Dec

Saturday

Le Rubriche

Photo Gallery