Dolce & Gabbana. Sfarzo tra sacro e profano a Napoli

Spettacolo puro: ecco cosa hanno proposto Domenico Dolce e Stefano Gabbana. Una sinfonia limpida di eclettismo e pura sartorialità. Sfarzo, creatività, ingegno: chi può non dirsi affascinato dalla collezione Alta Moda presentata a Napoli dal marchio Dolce & Gabbana?

C’è tutta la storia della città partenopea, l’incontro, su stoffa, del sacro e del profano.

 

(fonte immagine fashiontomax.com)

(fonte immagine fashiontomax.com)

 

 

(fonte immagine fashiontomax.com)

(fonte immagine fashiontomax.com)

 

 

L’ opulenza della mitra papale abbinata ad una mantella altrettanto regale: tutta la ricchezza dell’oro e delle pietre, si incastrano amorevolmente con le croci che disegnano i capi.

Omaggiano la splendida Sophia Loren, loro musa ispiratrice oramai da tempo. Il suo nome viene impresso su una t-shirt che porta i colori della casacca della SSC Napoli.

 

 

(fonte immagine fashiontomax.com)

(fonte immagine fashiontomax.com)

 

(fonte immagine fashiontomax.com)

(fonte immagine fashiontomax.com)

 

 

Quando Sophia ci disse che era Napoli la città dove voleva sfilassimo in suo onore, siamo rimasti un po’ così. Non la conoscevamo così bene. Ma è stato amore subito. E ora che sta succedendo tutto così, diciamo che il mondo deve sapere che questa città non è solo problemi ma anche bellezza dei luoghi, opportunità artigianali, calore della gente. […] La nostra donna da sempre. Dagli inizi. È a lei che pensiamo quando disegniamo le nostre collezioni. Era giusto che fosse la protagonista unica di una nostra sfilata”, hanno dichiarato commossi Stefano e Domenico al termine dell’evento.

La “processione”, varca la soglia della Basilica di San Paolo e sfila al suo piazzale; viene accolta da luminarie dai mille colori: ed è subito festa!

 

(fonte immagine fashiontomax.com)

(fonte immagine fashiontomax.com)

 

(fonte immagine fashiontomax.com)

(fonte immagine fashiontomax.com)

 

 

Napoli, quanto sei bella vista dagli occhi di Stefano e Domenico?

C’è tutto il tuo splendore. C’è tutta la tua anima, quella vera e incontrovertibile.

La passione verace di una città del Sud, interpretata attraverso le stampe che raffigurano il Vesuvio e i quartieri spagnoli; ci sono perfino i babà sui cappelli.

Pizzo macramé, balze e ruches, l’incanto di capi haute couture che finalmente ci fanno sognare.

 

(fonte immagine fashiontomax.com)

(fonte immagine fashiontomax.com)

 

 

(fonte immagine fashiontomax.com)

(fonte immagine fashiontomax.com)

 

(fonte immagine fashiontomax.com)

(fonte immagine fashiontomax.com)

 

 

Gli abiti bustier, si alternano alle gonne balloon. Nella collezione non manca il corpetto con la fascia di Miss Eleganza, vinta dalla Loren nel 1950 e le rose gialle, dipinte a mano sul taffettà, in onore dell’attrice napoletana che da sempre indossa queste stampe.

Per la prima volta, il miracolo a Napoli, è avvenuto grazie a Domenico Dolce e Stefano Gabbana. Chapeau!

 

 

TODAY

24 Oct

Sunday