GCDS sceglie Caroline Vreeland

Curve da capogiro immortalate in scatti dalle suggestioni vintage: il brand milanese GCDS (acronimo di God Can’t Destroy Streetwear) ha appena svelato in anteprima gli scatti della campagna pubblicitaria Primavera/Estate 2017. Testimonial d’eccezione è la bombastica Caroline Vreeland: viso angelico e curve esplosive, la it girl e cantante statunitense la moda l’ha impressa nel DNA, essendo la nipote della celebre fashion editor Diana Vreeland. Considerata una delle influencer più seguite al mondo e protagonista assoluta della vita mondana di Los Angeles, la bionda Caroline è stata immortalata in scatti ad alto tasso erotico, tra note pop e dirompente sensualità. Proprio al suo stile e al suo fisico esplosivo il brand emergente GCDS si ispira per la campagna pubblicitaria per la primavera/estate 2017: la collezione è stata presentata attraverso un lookbook e un cortometraggio, entrambi realizzati da Jason Lee Parry. La location scelta è la California, patria della modella. E lo stile predominante nella collezione di GCDS è quello tipico di una California girl: largo a costumi e shorts a stampa floreale, silhouette semplici e lineari e dettagli sportswear. Non mancano richiami ai Nineties negli iconici accessori e nel logo del brand, che recita “J’ADORE GCDS”. Rosso e giallo predominano nella palette cromatica, tra tocchi argentati e tripudio di rosa baby: una collezione deliziosa e sensuale, come gli scatti, che immortalano la Vreeland in pose ad alto tasso erotico accanto al modello Adonis Bosso, protagonista maschile della campagna. In lacrime dentro una macchina vintage rosa baby, o ancora immortalata sul letto in pose languide, Caroline Vreeland incarna perfettamente l’estetica del brand. Una sorta di luna di miele sui generis è quella rappresentata nel cortometraggio, girato a Los Angeles: una giovane coppia si ritrova nella cornice del #GCDSHOTEL, sulla scia di un amore dal retrogusto amaro. Il tema prevalente sembra essere la nostalgia: “Nessuno ottiene mai quel che vuole in amore. Lei voleva piangere”, così recita la didascalia sullo schermo. “Eppure lei rideva in quei giorni felici che non ritorneranno. Tutto sembra semplice finché non ci pensi”. Romantico e dark l’amore tra i due protagonisti si consuma in camere arredate in stile rétro.

vree

vree1

TODAY

25 Oct

Sunday

Le Rubriche

Photo Gallery