Halima Aden: il nuovo volto della moda indossa il velo

Occhi da gatta, labbra carnose e volto perfetto: Halima Aden è balzata agli onori della cronaca lo scorso febbraio, durante la Milano Fashion Week, che l’ha vista protagonista di un evento di portata storica per la moda internazionale: la splendida modella somala è stata infatti la prima indossatrice a sfilare con il velo.

L’apertura della moda occidentale all’hijab si è consumata dapprima sulla passerella di Yeezy (il brand di Kanye West), a New York, e poi a Milano, dove la bella modella ha sfilato con il velo da Max Mara e Alberta Ferretti per le collezioni per l’autunno/inverno 2017-2018.

Nata diciannove anni fa in un campo profughi del Kenya, Halima vive a New York da quando aveva sei anni e frequenta la facoltà di Storia alla Saint Cloud State University, nel Minnesota. La modella è musulmana osservante, e porta regolarmente l’hijab. Dopo aver partecipato a Miss Minnesota sfoggiando un burkini, Halima infrange l’ultimo dei tabù, sdoganando il velo come nuovo accessorio fashion: “Voglio trasmettere un messaggio positivo che ha come tema la bellezza e la diversità. Voglio mostrare alle giovani donne musulmane che c’è spazio anche per loro -così la modella ha commentato la sua partecipazione al défilé di Alberta Ferretti- Ho scelto l’amore, perché le nazioni che non sono solidali, sono destinate a crollare. Sfilare oggi per Alberta Ferretti, una delle grandi designer della moda durante la fashion week di Milano, è senza dubbio un momento decisivo della mia carriera di modella”.

Halima Aden in passerella per Max Mara nella sfilata Autunno/Inverno 2017-2018

Halima Aden in passerella per Max Mara nella sfilata Autunno/Inverno 2017-2018



La modella posa insieme a Gigi Hadid nel backstage di Alberta Ferretti

La modella posa insieme a Gigi Hadid nel backstage di Alberta Ferretti



Dal canto suo, la stilista ha dichiarato tramite l’account ufficiale Instagram della maison, di volere “Abbracciare la cultura e la differenza per infrangere le regole e cambiare il modo di pensare della moda attuale”. “Sono molto orgogliosa che Halima sia una delle protagoniste della mia sfilata -ha commentato la stilista- Per me rappresenta una delle tante personalità femminili del nostro presente, dove vorrei che ci fosse sempre più spazio per la convivenza delle diversità. Scegliere lei per la mia passerella è stato del tutto naturale: il mondo non deve avere più barriere culturali e mentali. Ho molte clienti internazionali e molte vivono nei Paesi del Medio Oriente, dove non c’è alcuna contraddizione tra il portare l’hijab e il concetto del lusso”.

Un segnale forte per il fashion system occidentale, che si apre alla fede islamica in un’accettazione del diverso all’insegna di valori come il cosmopolitismo e il rispetto delle differenze culturali. Lo scorso febbraio Halima è entrata a far parte della prestigiosa agenzia IMG Model di New York, che rappresenta Gigi e Bella Hadid, Elsa Hosk e Sasha Luss. Inoltre la modella ha ottenuto la sua prima copertina per il semestrale ideato da Carine Roitfeld, CR Fashion Book Issue 10.

SFOGLIA LA GALLERY:

TODAY

28 Oct

Wednesday

Le Rubriche

Photo Gallery