La masquerade felliniana in passerella da Isa Arfen

Sofisticata ed originale la collezione di Isa Arfen, protagonista della London Fashion Week: Serafina Sama, designer del brand, tratteggia atmosfere felliniane per una collezione dal sapore onirico, che unisce note bon ton alla sartorialità più classica. La donna che calca la passerella sembra una figura circense, a metà tra un clown o un nostalgico Pierrot: largo a rouches, motivi a rombo e pattern cromatici accesi, per capi che evocano atmosfere oniriche e surreali. L’istintiva reazione di comicità si apre ben presto a scenari inediti che evocano il teatro dell’assurdo di Harold Pinter, tra magistrali exploit cromatici e volumi scultorei. Irriverente ed ironica, la stilista spazia dalla femminilità di camicie con maniche svasate e sete preziose ad impermeabili in vinile e giubbotti dalle note sporty-chic. A tratti borghese, la donna che sfoggia colli di pelliccia e ballerine è caratterizzata da un’anima bifronte, una sorta di schizofrenia che tenta di occultare attraverso note ladylike dal piglio bon ton, come nelle gonne a tubo e nei pantaloni Capri liberamente ispirati a Jackie Kennedy Onassis. Attraverso le immagini di Inge Morath e le maschere di Saul Steinberg, la designer si cimenta in uno stile eclettico, che omaggia il saggio di Joan Riviere dedicato alle masquerade al femminile. “Pensavo all’idea di identità e alle maschere e ai volti -reali e metaforici- che indossiamo nel costruire l’immagine di noi stessi”, ha dichiarato Serafina Sama. “Ero affascinata ai personaggi che la gente crea attraverso gli abiti, la pettinatura, il trucco, la postura”, ha aggiunto la stilista, che esplora l’identità femminile attraverso capi sofisticati e capispalla impreziositi da dettagli audaci, come i grafismi e le asimmetrie. Largo a cotone e PVC per cappotti con colli in pelliccia e cintura; note Eighties nei capi in rouche e stampa pois. Una sfilata ricca di pathos per una magistrale prova stilistica.

TODAY

26 Oct

Monday

Le Rubriche

Photo Gallery