L’anarchia metallizzata di Wanda Nylon

Debutta alla Paris Fashion Week Wanda Nylon, tra bagliori lunari e una couture intrisa di atmosfere post-atomiche

Suggestioni couture in chiave metallizzata sulla passerella di Wanda Nylon. Johanna Senyk, per la prima sfilata alla settimana della moda parigina della sua collezione Wanda Nylon, propone affascinanti atmosfere oniriche, immerse in uno scenario post apocalittico.

Bagliori iridescenti illuminano il défilé, in cui regna uno stile urban intriso di contaminazioni eterogenee. A sfilare è una donna forte ed emancipata che non rinuncia al lusso, declinato però in chiave futurista. Tra tocchi strong e dettagli iper femminili, l’anarchia regna sovrana in un mix & match di ispirazioni; tra i materiali prediletti spicca il vinile, per tute e calzature.

Atmosfere post-atomiche nelle reti di cristalli Swarovski e nelle geometrie che caratterizzano gli accessori, come gli occhiali e le borsette con catena. Largo a vezzi iper femminili nella seta plissettata, nei trench drappeggiati con inserti in organza, mentre gold all over illumina gilet e pantaloni cropped.

Arrivata a Parigi all’età di 18 anni, Johanna Senyk vanta esperienze come stylist, costume designer e casting director; il suo ingresso trionfale nel fashion system la vede vincitrice del premio Andam per il 2016 e creatrice di una capsule collection per La Redoute. La sua è un’estetica influenzata da luoghi leggendari, come il Palace di Parigi.

wn1

wn2

wn3

wn4

(Foto: Madame Figaro)

TODAY

30 Oct

Friday

Le Rubriche

Photo Gallery