Leonard Paris sfila tra echi Seventies e note high-tech

Un tocco glam e suggestioni sporty si uniscono a riferimenti high-tech, in una sfilata iconica ed irriverente: la collezione autunno/inverno 2017-18 di Leonard Paris, che ha sfilato alla Paris Fashion Week, rielabora un’estetica Seventies in chiave contemporanea, mixando elementi floreali ad un mood sportswear. Un affascinante esperimento avanguardistico, che coniuga un tocco rétro, palpabile nei maxi dress svolazzanti, a riferimenti fortemente legati alla contemporaneità ed alla sperimentazione, a partire dalla scelta dei tessuti e dei colori. Christine Phung resta fedele alla propria missione, nel tentativo di conferire un’aura di modernità al brand, aprendo a stampe iconiche e riferimenti mannish, come nei cappotti, che si uniscono a note iperfemminili come nei maxi dress e nelle gonne plissettate. Non mancano capi dallo charme evergreen, come gli abiti a stampa floreale e i pigiami palazzo, altra citazione dello stile dei mitici anni Settanta. Blouson dal piglio sporty e dalle superfici iridescenti si uniscono a materiali che ricordano la plastica, mentre giacche in pelliccia vengono impreziosite da stampe originali. Non mancano note sartoriali nei vestiti, anch’essi decorati con stampe, in una palette cromatica che predilige il bianco, il nero, il blu e suggestive note laminate in argento siderale, a conferire un tocco di modernità e futurismo ad una collezione classica. Largo a sprazzi di porpora e borgogna, tra intarsi multicolori e prezioso jacquard in seta. Tra motivi raffinati che omaggiano allo stile glam-rock sfila un’eleganza discreta che, anziché perdersi in echi nostalgici, sceglie di restare fortemente legata allo stile contemporaneo.

TODAY

25 Oct

Sunday

Le Rubriche

Photo Gallery