23GALLERIES2-superJumbo

CHARLES RAY, L’ELEGANZA CONCETTUALE DELLA SCULTURA

Ve la ricordate la scultura Boy with frog di Charles Ray che si ergeva a Punta Dogana a Venezia?

Ora per rivederla, ci si dovrà spostare a Chicago.

Fino al 4 ottobre 2015 sarà possibile visitare al The art institute di Chicago la mostra Charles Ray :Sculpture, 1997-2014.


CHARLES RAY, L’ELEGANZA CONCETTUALE DELLA SCULTURA


Charles Ray classe 1953 vive a Los Angeles ma è nato nel Midwest a Chicago.

I lavori esposti al The art insitute sono delle sculture realizzate alla fine degli anni 90.

La sua ricerca nell’arte parte da presupposti teorici molto semplici, la ricerca dell’equilibrio e della perfezione formale come nella scultura classica si coniuga con una tendenza concettuale e onirica. In effetti il Boy with frog, che per tanto tempo ha fatto parte del panorama della laguna veneziana, riassume in pieno la poetica di questo artista.



CHARLES RAY, L’ELEGANZA CONCETTUALE DELLA SCULTURA

Spesso infatti predilige la scultura di ragazzini che immagina in pose quotidiane come per esempio la splendida scultura Sleeping woman, una scultura ricoperta di acciaio, di un ragazzo che dorme per strada.



CHARLES RAY, L’ELEGANZA CONCETTUALE DELLA SCULTURA

Spesso ossessionato dal corpo Ray Charles negli anni ’70 inventa la serie dei manichini, la donna gigante Big Lady e il famoso sesso di gruppo Oh! Charley, Charley, Charley…, dove il soggetto replicato è sempre lui, l’artista.

Le atmosfere delle sue opere sono enigmatiche, interrogano lo spettatore perché sembrano sempre evocare un’altra dimensione. Troppo facile definirle oniriche, le sue sculture invitano alla riflessione.



CHARLES RAY, L’ELEGANZA CONCETTUALE DELLA SCULTURA

Charles Ray:Sculpture, 1997-2014.

Chicago, The art institute (www.artic.edu)

Fino al 4 ottobre.

Comments are closed.

TODAY

18 Sep

Wednesday

Le Rubriche

Photo Gallery