1200x-1

FRANK STELLA BRILLA AL WHITNEY MUSEUM TRA ARMONIE BAROCCHE COLORI E FORME

Frank Stella appartiene all’olimpo dell’arte mondiale, non ha bisogno di presentazioni e chi non lo conoscesse farebbe bene a soffermarsi nella lettura o , meglio ancora, ad andare a New York al bellissimo Witney Museum dove il 30 ottobre si apre una delle più importanti retrospettive dedicate a questo maestro dell’arte contemporanea.


FRANK STELLA BRILLA AL WHITNEY MUSEUM TRA ARMONIE BAROCCHE COLORI E FORME


Frank Stella (Malden, 12 maggio 1936) è nato da genitori italiani, ha avuto subito successo e a soli 23 anni al MoMA entra a far parte dell’importante mostra Sixteen Americans; è stato lui il capostipite della corrente artistica denominata minimal art.

La nuova sede del Museo Whitney che ospiterà la mostra Frank Stella: una retrospettiva, è stata progettata da Renzo Piano, dunque un motivo in più per visitare la mostra .


FRANK STELLA BRILLA AL WHITNEY MUSEUM TRA ARMONIE BAROCCHE COLORI E FORME


Frank Stella è uno dei grandi esponenti del Minimalismo e della Post –painterly abstraction, insomma per essere chiari la sua ricerca si muove tra l’essenzialità delle forme e del colore.

Le opere esposte a New York provengono da collezioni pubbliche e private tra cui i Black paintings degli anni sessanta, opere importanti, quadri sagomati essenziali dove , dice Frank Stella : “ esiste solo ciò che si può vedere”.

Affermazione che sta a significare che il quadro vive di vita propria e non ha nulla a che fare con l’artista.


FRANK STELLA BRILLA AL WHITNEY MUSEUM TRA ARMONIE BAROCCHE COLORI E FORME


In mostra anche Gli Aluminium and copper paintings, tele sagomate dipinte con vernici industriali, i Concentric square paintings, gli Irregular polygon paintings e i Protractor paintings, le cui forme curvilinee esaltano le variazioni cromatiche.


FRANK STELLA BRILLA AL WHITNEY MUSEUM TRA ARMONIE BAROCCHE COLORI E FORME


Negli anni sessanta, invece, per Stella avviene una sorta di mutamento stilistico perché immette all’interno della tela applicazioni metalliche che sporgono dalla tela.


FRANK STELLA BRILLA AL WHITNEY MUSEUM TRA ARMONIE BAROCCHE COLORI E FORME


Documentata anche la fase delle installazioni dedicate a Moby Dick e la serie Scarlatti Sonata Kirpkpatrick.

Queste ultime meritano un approfondimento d’obbligo, si tratta di opere meravigliose leggere e dinamiche che s’ispirano alle composizioni del grande musicista barocco Domenico Scarlatti le cui armonie sono state reinterpretate magistralmente dal musicista americano Ralph Kirkpatrick .


FRANK STELLA BRILLA AL WHITNEY MUSEUM TRA ARMONIE BAROCCHE COLORI E FORME


Le Armonie barocche di Domenico Scarlatti sono a dir poco sublimi ed estasianti, colonna sonora a dir poco perfetta per le opere della maturità di Frank Stella .

Tra l’architettura minimalista, sofisticata, armoniosa e attenta al dialogo tra interno ed esterno di Renzo Piano, le opere essenziali che giocano con la purezza della forma e il dinamismo della composizione di Frank Stella e le armonie barocche di Domenico Scarlatti, credo non ci resti che inginocchiarci e ringraziare per cotanto spargimento fluttuante , armonica, dinamica, colorata bellezza… molto presto a New York al Whitney Museum.



FRANK STELLA BRILLA AL WHITNEY MUSEUM TRA ARMONIE BAROCCHE COLORI E FORME

FRANK STELLA: UNA RETROSPETTIVA

New York,

Witney Museum of American Art

www.whitney.org

dal 30 ottobre al 7 febbraio 2016

Comments are closed.

TODAY

18 Sep

Wednesday

Le Rubriche

Photo Gallery