venette_waste_nuovo-vocabolario-della-moda-home2aa

Il nuovo vocabolario della moda italiana alla Triennale di Milano

“La moda passa lo stile resta” diceva Coco Chanel, quella gran donna che ha cambiato la storia della moda.

Se la moda passa anche il suo vocabolario, vale a dire le modalità attraverso cui il sistema moda comunica, cambiano.


Il nuovo vocabolario della moda italiana alla Triennale di Milano


La comunicazione visiva, alla base della moda certo non è tutto ma nell’era del digitale è ovvio che le cose si sono completamente trasformate ed è proprio al cambiamento dei linguaggi della comunicazione della moda che s’ispira la mostra Il nuovo vocabolario della moda.

Importante sottolineare che la mostra è dedicata ad Elio Fiorucci, un grande innovatore nella storia della moda italiana, scomparso a luglio del 2015.


Il nuovo vocabolario della moda italiana alla Triennale di Milano


La mostra si declina in 3 sezioni:

Vocabolario: i prodotti sono organizzati intorno a concetti chiave, così da rappresentare i diversi approcci progettuali che ricontestualizzano gli elementi archetipici del prodotto italiano.

Narrazioni: dove viene tracciata la mappa del sistema di produzione culturale e comunicativa che ruota intorno alla moda: fotografia, illustrazione, nuovi media, editoria, video-arte.


Il nuovo vocabolario della moda italiana alla Triennale di Milano


Biografie: è la sezione che concentra la narrazione sulle storie dei singoli stilisti e marchi cui si deve il nuovo linguaggio della moda made in Italy.

Una mostra eccezionale che ha l’ambizione di celebrare l’Italia della moda contemporanea e i suoi protagonisti.

La mostra si sofferma su i tecnici e i creativi che negli ultimi venti anni hanno cambiato il linguaggio della moda ed è un’accurata messa in scena del tratto di storia recente del made in Italy, a partire dal 1998, l’anno che segna il concreto passaggio a un mondo interconnesso dal web, alle nuove forme della comunicazione.


Il nuovo vocabolario della moda italiana alla Triennale di Milano


La mostra è curata da Paola Bertola e Vittorio Linfante che così spiegano le intenzioni di questa mostra:

«Se da una parte il “fatto in Italia” è riconosciuto nel mondo come eccellenza, dall’altra è tipicamente rappresentato da marchi e stilisti affermatisi sino agli anni Novanta, negando in un certo senso la sua capacità di rigenerazione. Eppure, confermando la storica attitudine all’auto-organizzazione italiana, una nuova generazione sta scrivendo da tempo un linguaggio riconfigurato della moda italiana.

Questo grazie alla valorizzazione di risorse accessibili in Italia e scomparse altrove: l’attitudine progettuale diffusa, i patrimoni di cultura materiale, le piccole reti di laboratori, le manifatture periferiche».

Insomma se il vocabolario cambia possiamo star certi che Coco Chanel aveva ragione, perché oltre la moda resta lo stile ma quello è senza tempo e nessun vocabolario potrà insegnarlo…


Il nuovo vocabolario della moda italiana alla Triennale di Milano

Il nuovo vocabolario della moda italiana

Triennale di Milano

Triennale di Milano.

Viale Alemagna, 6, 20121. Milano.

T. +39.02.724341

24 Novembre 2015. 6 Marzo 2016.

Orari

Martedi – Domenica

10.30 – 20.30

Lunedì chiuso

La mostra è dedicata a Elio Fiorucci

Comments are closed.

TODAY

20 Aug

Tuesday

Le Rubriche

Photo Gallery