Dream_MiniBar

JIM DINE IL PITTORE DEI CUORI ALLA GAM DI TORINO

Jim Dine, nato il 16 giugno del 1935, è stato uno dei più importanti rappresentanti della pop art.

Nelle sue opere usa il collage, il ricalco lineare e l’inserimento, nel quadro, di oggetti di uso quotidiano detti combine painting.


JIM DINE IL PITTORE DEI CUORI ALLA GAM DI TORINO


Durante gli anni sessanta è stato legato al gallerista torinese Gian Enzo Sperone, uno di quei galleristi “illuminati” che negli anni sessanta contribuirono non poco a far conoscere la pop art e i movimenti d’avanguardia americani in Italia.

Jim Dine si è dedicato oltre che alla pittura anche alla scenografia e alla scultura.

Una delle sue dolci meravigliose ossessioni è il cuore.

L’ha dipinto e scolpito in tutti i modi.


JIM DINE IL PITTORE DEI CUORI ALLA GAM DI TORINO


Il cuore, questo piccolo segno dell’amore infantile, chi non l’ha, almeno una volta nella vita, disegnato su un diario o solo su un pezzo di carta…, per non parlare del diffuso uso che oggi se ne fa con gli emoticon.

Il cuore, segno infantile dell’amore diventa per Dine una sua caratteristica, una sorta di marchio di fabbrica.

Una mostra alla Gam di Torino propone alcune delle sue opere tra cui: Betty, un grande dipinto del 1969, Fred Astaire e Ginger Rogers del 1961 e Hercules Belleville del 1969.


JIM DINE IL PITTORE DEI CUORI ALLA GAM DI TORINO


Andando un po’ oltre la mostra alla Gam, è bene presentare ai lettori di D-art alcuni dei dipinti più belli di Dine: i suoi cuori.

I colori accesi, gli sfondi sfavillanti rendono i suoi cuori un’esplosione di dolce gioia infantile, del resto l’amore cos’altro è?




Jim Dine, Gian Enzo Sperone, Torino 1965-1973. Torino,Gnam(via Magenta 31,tel.011-442929581) fino al 7 giuhno

Comments are closed.

TODAY

17 Jun

Monday

Le Rubriche

Photo Gallery