tumblr_meruyap6ba1r1bfd7o1_1280

KIKI SMITH AD ALBA CON LA SUA MADDALENA INCATENATA

Kiki Smith, classe 1954, figlia d’arte, madre cantante lirica e padre scultore, ha esposto nei musei di mezzo mondo con quasi 150 personali.

Ad Alba, grazie al mecenatismo dei produttori di vino Ceretto, Kiki Smith espone all’interno della Chiesa della Maddalena.

Una delle opere è dedicata proprio a Maria Maddalena e dà il titolo alla mostra Kiki Smith, Maria Maddalena nel coro della chiesa della Maddalena.

Da sempre la ricerca di Kiki Smith si muove intorno alla questione del corpo femminile.


KIKI SMITH AD ALBA CON LA SUA MADDALENA INCATENATA


Se negli anni si è andata ammorbidendo, Kiki Smith resta una delle artiste che più ha cercato di sostanziare il tormento, il gioco, il sesso e il godimento del corpo, soprattutto femminile.

Il corpo è per Kiki Smith una sorta di tragica ossessione.

Per dare forma ai suoi fantasmi ha usato ogni materiale: alluminio, resine, poliestere, polvere di marmo, cotone, corda, carta, gesso, porcellana, cera, perline di vetro, elementi organici, lampade al neon.


KIKI SMITH AD ALBA CON LA SUA MADDALENA INCATENATA


La Maddalena esposta ad Alba è un’opera tragica, si tratta di una donna dal corpo spellato e solo i seni e il ventre sono rimasti intatti, perché è da lì che proviene la vita.

Particolare importante la Maddalena di Kiki Smith ha una catena alla caviglia.

Il tema della Maddalena penitente è stato trattato da centinaia d’artisti nel corso della storia dell’arte e sorprende che un’artista contemporanea ne di una nuova interpretazione.

Ma a cosa è incatenata la Maddalena di Kiki Smith?

Da cosa non si svincola la più famosa puttana della storia?

A voi le risposte.


Kiki Smith, Maria Maddalena nel coro della Chiesa della Maddalena.Alba(tel.0173-282582).Dal 24 settembre all’8 novembre.

Comments are closed.

TODAY

25 Jun

Tuesday

Le Rubriche

Photo Gallery