IMG_2592

MAURIZIO NANNUCCI LUMINOSE PAROLE D’AMORE

Maurizio Nannucci, nato a Firenze nel 1939, è presente con le sue opere al MAXXI di Roma con la mostra dal titolo Where To Start From fino al 18 0ttobre 2015.

Protagonista indiscusso dell’arte contemporanea, il suo lavoro è un gioco splendido di luci e parole .


MAURIZIO NANNUCCI LUMINOSE PAROLE D’AMORE


Parte integrante della mostra al MAXXI è la presentazione di due nuovi lavori tra cui l’installazione sonora interattiva Sound Samples e More than meets the eye, una grande opera per la facciata del museo che entra a far parte della collezione del MAXXI.

Se non proprio originalissimo nella sua ricerca, le opere di Nannucci hanno però il privilegio di far giocare le parole con lo spazio e i colori.


MAURIZIO NANNUCCI LUMINOSE PAROLE D’AMORE


Le parole, infatti, evocano la loro dimensione semantica attraverso la spazialità di cui in qualche modo si nutrono per significare oltre il loro significato reale.

A parte le grandi scritte al neon, molto interessanti sono le opere contenute in teche di vetro di composizioni di fogli e oggetti e parole sparse.


MAURIZIO NANNUCCI LUMINOSE PAROLE D’AMORE


Si tratta dei multipli che l’artista ha prodotto dagli anni Sessanta a oggi: oltre cento edizioni tra multipli, libri e dischi d’artista, foto, riviste, ephemera, che restituiscono un’altra pratica fondamentale del suo lavoro.

Ciò che attrae del lavoro di Nannucci è il suo riuscire a farci entrare nella semantica delle parole con leggerezza e gioco restituendoci però quel tratto d’insegna , di segno, di traccia.


MAURIZIO NANNUCCI LUMINOSE PAROLE D’AMORE


Come nell’antichità si scolpivano nella pietra parole o messaggi, cosi Nannucci restituisce la scultura della parola del contemporaneo attraverso il neon e l’insegna luminosa.

Nelle sue opere il testo diventa contesto, atmosfera, molto bello percorrere le tre stanze con la scritta luminosa The missing poem is the poem, in rosso, giallo e verde.

Suggestiva ed enigmatica la grande parete della Galleria 3 del MAXXI dove tante frasi bellissime vanno a comporre un intreccio di scrittura luminosa dove le parole si confondono una nell’altra ed ogni frase pare ricomporsi all’interno dell’altra in modo frammentario.


MAURIZIO NANNUCCI LUMINOSE PAROLE D’AMORE


Consapevoli dell’impossibilita di un discorso totale ed univoco, destinati come siamo a vivere di frammenti, il lavoro di Nannucci ci restituisce il senso autentico della scrittura come traccia e come frammento .

Nannucci mette all’opera le considerazioni sulla scrittura che per Jacques Derrida è una sorta di frammento della differenza, della impossibilità ontologica di costruire un’unità, anche se Nannucci lo fa con giocosa consapevolezza .

Il frammento luminoso di una frase che può cristallizzare momenti, ricordi e accendere il neon luminoso della memoria e del desiderio.


MAXXI

MAURIZIO NANNUCCI.

WHERE TO START FROM

Via Guido Reni, 4a, 00196 Roma

26 giugno 2015 – 18 ottobre 2015

http://www.fondazionemaxxi.it
Posted a second ago – Edit or Delete for 14 minutes

Comments are closed.

TODAY

20 Aug

Tuesday

Le Rubriche

Photo Gallery