01

ROGER HIORNS E LA VERTIGINE DEL FRAMMENTO

L’opera di Roger Hiorns è esposta, fino al 9 agosto del 2015, alla Galerie Rudolfinum di Praga.

Cominciamo subito col dire che non si tratta di una ricerca facilmente assimilabile anche se l’impatto emotivo della sua opera è strabiliante.

ROGER HIORNS E LA VERTIGINE DEL FRAMMENTO


La sua opera, come molti artisti della sua generazione, si muove all’insegna della frammentarietà.

Utilizza materiali fortemente simbolici e altamente legati ai materiali di rifiuto della modernità.

ROGER HIORNS E LA VERTIGINE DEL FRAMMENTO


Attraversare le magnifiche enormi sale della Galerie Ridolfinum di Praga e incontrare gli oggetti di Roger Hiorns è un’ esperienza inquietante che fa riflettere sull’essenza frammentaria della soggettività.

Sabbie grigie come continenti inesplorati, foto buttate alla rinfusa su un tavolo, una panchina di ferro bruciata in un angolo sono solo alcuni dei frammenti di un work in progress che trova forse la sua più matura espressione nella sala dedicata a quelli che sembrano fantasmi costruiti con i frammenti di tubi e scarti di auto.

ROGER HIORNS E LA VERTIGINE DEL FRAMMENTO


Assemblati con materiali di riciclo, inquietano perché sembrano richiamare a degli strani esseri animati.

Anche la voce nelle sua opera si fa franamento , oggetto tra gli oggetti.

ROGER HIORNS E LA VERTIGINE DEL FRAMMENTO


All’apice della modernità Roger Hiorns stupisce e a tratti sconvolge per il suo senso disperato della frammentarietà, nessuna anima, nessuna essenza, sembrano urlare, con disinvolta magnificenza, le opere di questo giovane ma già maturo artista .


Galerie Rudolfinum – Roger Hiorns

Comments are closed.

TODAY

18 Sep

Wednesday

Le Rubriche

Photo Gallery