Iowa

Chi ha vinto e chi ha perso le prime primarie per le presidenziali americane

Chi ha vinto e chi ha perso le primarie dell’Iowa, il primo appuntamento sia per i repubblicani che per i democratici per le presidenziali

Ci sono due vincitori, nel senso più stretto del termine, delle primarie dell’Iowa o meglio dei caucus dell’Iowa (I caucus sono sei ritrovi di elettori di un partito tipici della politica americana): Ted Cruz e Hillary Clinton.
Guardando i risultati da vicino, però i vincitori si moltiplicano. Bernie Sanders, per esempio, è arrivato secondo per pochissimi voti ma ha stupito tutti i sondaggisti, la distanza era molta e questo risultato è stato una sorpresa. Lo stesso di può dire di Marco Rubio, dato lontanissimo dal duo di testa è arrivato a sfiorare il secondo classificato, Donald Trump, a sua volta sempre stato in testa nei sondaggi.
Non che le primarie in Iowa abbiano un significato particolare: raramente chi vince qui poi guadagna la nomination del proprio partito e il numero di delegati è troppo modesto per spostare dei veri e propri equilibri ma l’Iowa aiuta a capire chi farà parte della gara e chi, invece, no.


Ted Cruz


Chi ha vinto e chi ha perso le prime primarie per le presidenziali americane


Il primo vincitore è senza dubbio Ted Cruz: ha preso più voti degli altri repubblicani. Non che sia stata una vittoria marcata, si parla di un 4% sul secondo e meno di 6000 voti. Questa è stata una sorpresa, Ted Cruz era dato da tutti dietro a Donald Trump, da qualcuno addirittura di 7 punti percentuali.
Cruz ha lavorato molto bene in Iowa, ha visitato e creato uffici in ognuna delle 99 contee dello stato ma il suo punto di forza è stato il lavoro fatto con i pastori evangelici. Cruz è riuscito ad ottenere l’appoggio di Steve King, parlamentare dello stato e, soprattutto, di Bob Vander Plaats, il leader evangelico dello stato. Plaats ha sempre supportato il candidato repubblicano vincente in Iowa, Mike Huckabee e Rick Santorum.


Marco Rubio


Chi ha vinto e chi ha perso le prime primarie per le presidenziali americane


Nonostante il ridicolo discorso vittorioso dopo quello che nei fatti è un terzo posto Marco Rubio può essere considerato un vincitore.
I risultati di Rubio sono al di là di ogni più rosea aspettativa e, probabilmente, l’obiettivo principale dei candidati in Iowa o in New Hampshire è quello di fare meglio di quello che si pensi. Clinton cominciò a diventare un candidato credibile dopo aver sorpreso tutti con un secondo posto in New Hampshire. Il suo terzo posto, quasi secondo, potrebbe essere quindi il volano necessario per cominciare una corsa che molti all’interno del GOP (Grand Ole Party) si augurano
Rubio è, inoltre, il destinatario più probabile dei voti di Kasich, Bush e Christie una volta che questi decideranno di ritirarsi. I tre candidati principali dietro i tre di punta sono tutti uomini di partito e il GOP tra i tre di punta non ha dubbi su chi scegliere. Sia Trump che Cruz sono visti come il fumo negli occhi a Washington.


Donald Trump


Chi ha vinto e chi ha perso le prime primarie per le presidenziali americane


Donald Trump è il vero perdente di queste primarie in Iowa. Era davanti per tutti e ha perso senza se e senza ma. Come se non bastasse il personaggio di Trump è costruito intorno a questo alone da vincente che si è creato. La sconfitta per lui farà più male che agli altri, soprattutto in termini di voti.
Trump ha poi fatto un discorso di concessione della vittoria educato e perfettamente ponderato, una cosa fuori dal personaggio che probabilmente non lo aiuterà con il suo elettorato. Nonostante questo Trump è ancora molto avanti in New Hampshire e una vittoria nel secondo stato potrebbe far riprendere abbrivio alla sua campagna.


Martin O’Malley


Chi ha vinto e chi ha perso le prime primarie per le presidenziali americane


Per il terzo candidato democratico l’Iowa è stato l’ultimo chiodo sulla sua bara. Non ha raggiunto neanche l’1%. L’ottimo ex governatore del Maryland è finito schiacciato tra Hillary Clinton, il candidato più verosimile, con un team elettorale schiacciasassi e milioni di dollari di donazioni e Bernie Sanders, il candidato anti-sistema di sinistra che gli USA aspettavano da anni.


Jeb Bush


Chi ha vinto e chi ha perso le prime primarie per le presidenziali americane


Il risultato di Jeb! in Iowa è stato patetico, neanche un 3% e anche se le sue percentuali in New Hampshire sembrano migliori il suo ritiro dalla corsa sembra inevitabile. L’ultimo erede della dinastia Bush si è trovato a competere con un candidato più forte di lui per gli stessi elettori. I conservatori moderati e tradizionalisti spaventati dai sondaggi di personaggi come Trump e Cruz si sono buttati su Marco Rubio, questa sembra essere la sentenza dell’Iowa. Una fine davvero patetica se si considera la quantità spropositata di donazioni che Bush era riuscito ad ottenere, oltre alla rete di conoscenze che un politico dal lungo curriculum e con due familiari ex presidenti senza dubbio ha.

TODAY

22 Oct

Sunday

Le Rubriche

Photo Gallery