trumpvictory

Come ha vinto Trump?

Trump ha vinto a sorpresa le elezioni USA grazie a quell’America che nessuno considera ma che è la maggioranza

Trump ha vinto le elezioni in USA, nessuno o quasi lo avrebbe predetto anche se dopo la Brexit e i leader di destra estrema xenofoba dell’Europa dell’Est è innegabile che ci sia un trend globale pro-populismo.


I periodi di crisi economica hanno sempre portato, storicamente, all’elezioni di leader estremisti/populisti che a loro volta hanno storicamente portato all’insorgenza di periodi di instabilità internazionale sfociati, in alcuni casi, in lunghe e sanguinose guerre.


Gli USA si sono accodati alla situazione internazionale e hanno eletto un leader che ha insultato popolazioni intere, ha minacciato deportazioni di massa, ha speso parole d’elogio per dittatori e “uomini forti” in giro per il mondo e ha preannunciato durante le elezioni l’arresto della sua avversaria.


Si direbbe pure che Trump ce l’ha messa tutta per non essere eletto: non paga, orgogliosamente, le tasse da decenni; ha confessato di essere un predatore sessuale; non ha mai nascosto la sua simpatia al leader, autoritario, della potenza storicamente avversaria degli USA. Solo qualche anno fa una sola di queste posizioni avrebbe relegato Trump ad una corsa da indipendente con un risultato dello zero virgola ma ora la corrente è cambiata.


Guardando nel dettaglio le mappe elettorali si scopre che rispetto alle elezioni del 2012, tra Mitt Romney e Barack Obama finite con la rielezione di Obama, il voto nelle aree rurali degli Stati Uniti, il vero cuore dell’America, si è spostato in modo massiccio verso Trump rispetto alle percentuali ottenute da Romney, anch’egli repubblicano ma rappresentante di quei repubblicani business friendly che sono ormai mal visti da parte della base del partito.


I guadagni in assoluto più sorprendenti ci sono stati nel Midwest, la cosiddetta Rust Belt, l’area che ha sofferto di più dalla grandissima crisi industriale americana di questi anni, dove la maggioranza assoluta è costituita da bianchi senza un diploma (75%). La Clinton ha guadagnato nelle grandi città, anche rispetto ad Obama ma ha perso in modo significativo voti nelle piccole città rurali, specialmente nelle zone industriali.


Trump ha vinto conquistando la maggioranza in diversi stati dove Obama era riuscito ad ottenere una maggioranza, anche risicata nel 2008 e nel 2012, come Iowa, Florida, Ohio, Pennsylvania e Wisconsin. Le differenze principali sono state nel Midwest, lì si sono decise le elezioni USA e con loro le sorti di tutti quegli stati che vivono, volenti o nolenti, nell’ecosistema americano come l’Italia.
Ora non resta che aspettare e vedere come Trump si comporterà una volta assunta la presidenza.
Per ora i mercati mondiali crollano.

TODAY

23 Nov

Thursday

Le Rubriche

Photo Gallery