chinapeoplesarmy

Cosa si sa dell’esercito cinese?

La Cina è una superpotenza economica ma il suo esercito è sempre stato piccolo e poco potente, cosa sta cambiando?

La Cina è ormai stabilmente una delle economie più grandi del mondo e il l’impatto globale è da considerarsi ai massimi livelli, paragonabile a quello di pochissime altre superpotenze, come ad esempio gli Stati Uniti.
Ogni superpotenza economica o aspirante tale, da sempre ha accompagnato la sua crescita con una crescita del proprio esercito. La più grande economia, ad esempio, gli USA hanno il più grande esercito del mondo e così via. La Cina è sembrata sfuggire a questa regola per anni. L’esercito cinese è, considerando le dimensioni dello stato, relativamente piccolo e mal equipaggiato, non all’altezza delle potenze occidentali ma qualcosa sembra stia cambiando.


Negli ultimi anni la Cina ha accresciuto il suo budget militare in modo stabile. Si pensa che la spesa totale si aggiri intorno ai 120/180 miliardi di dollari ma si stima che la spesa possa continuare a crescere nei prossimi anni e si stima che possa raggiungere, se continuerà a crescere a questi ritmi che possa raggiungere gli USA, lo stato che spende di più per i militari, tra il 2020 e il 2030.


La Cina è una potenza nucleare, niente di paragonabile a USA o Russia ma una delle più grandi dopo le due. Si stima che possegga tra le 50 e le 70 testate nucleari intercontinentali, Periodicamente escono voci sulla possibilità che l’arsenale cinese sia molto più grande ma nessuna di queste voci è mai stata supportata da dichiarazioni ufficiali o prove. Nonostante questo ci sono molte voci che riguardano un aumento delle testate nei prossimi anni anche se per raggiungere i livelli americani o russi (5 o 6 mila testate) ci vorranno decenni.


Per quanto riguarda la marina i cinesi stanno creando una serie di basi permanenti in giro per il mondo, specialmente nell’Oceano Indiano. La Cina ha creato strutture che potrebbero funzionare da basi militari in Myanmar, Pakistan e Sri Lanka e in un futuro prossimo potrebbe decidere di riempirle di marinai. La Cina insiste che queste basi sono solamente stazioni di rifornimento per la marina, non basi militari all’estero ma tant’è.


Il governo cinese sembra inoltre voglia allargare la sua flotta di portaerei che per ora consiste in una singola nave, usata, russa. Secondo i bene informati la prima portaerei cinese è già in costruzione anche se non è ancora chiaro quale sia l’obiettivo cinese: un paio di portaerei per dimostrare di essere una potenza mondiale o una vera flotta per proiettare la propria potenza in lidi lontani?


La Cina sta incrementando in grande stile la sua presenza nello spazio, al punto di arrivare ad avere la propria rete di GPS e un laboratorio spaziale. I cinesi stanno anche sviluppando una navetta, lo Shenlong, che potrebbe metterli in concorrenza con gli USA.


Tutti questi miglioramenti saranno sufficienti a portare l’esercito cinese in par con le altre superpotenze o abbiamo a che fare con una tigre di carta?

TODAY

22 Aug

Tuesday

Le Rubriche

Photo Gallery