mossackfonseca

Inizia l’indagine su Mossack Fonseca

Mossack Fonseca, lo studio legale al centro dei Panama Papers è al centro di una indagine

Un mese dopo lo scoppio dello scandalo Panama Papers gli investigatori della polizia panamense hanno iniziato le perquisizioni all’interno della sede di Mossack Fonseca, lo studio legale al centro dello scandalo.


Gli investigatori panamensi hanno deciso di controllare la sede in cerca di prove sul riciclaggio di denaro e altre eventuali attività criminali dello studio specializzato nella creazione di società offshore. Il procuratore generale panamense ha dichiarato che il raid è stato organizzato per ottenere documentazione legata alle informazioni che sono uscite sui giornali di tutto il mondo e che collegavano lo studio legale ad attività illecite.


All’inizio di questo mese il Suddeutsche Zeitung, un giornale bavarese e molti altri giornali, in Italia L’Espresso, hanno iniziato a parlare di milioni di documenti rubati allo studio panamense Mossack Fonseca. Documenti che partono, addirittura, dal 1970. Gli articoli hanno rivelato quello che era un segreto di Pulcinella, cioè che moltissimi leader politici, imprenditori, personaggi pubblici e criminali hanno moltissimi soldi in paradisi fiscali in giro per tutto il mondo.


Il leak ha condotto a grandi proteste di cittadini, critiche feroci nei confronti di molti grandi leader mondiali e, addirittura, le dimissioni del primo ministro islandese.
Le pratiche dedotte dal leak non sono necessariamente illegali ma hanno mostrato al mondo come molte persone riescono a evitare di pagare le tasse che la gente comune è costretta a pagare.


Mossack Fonseca ha negato qualsiasi pratica illegale e che tutte le operazioni da loro condotte sono pienamente legali. Mossack Fonseca ha puntualizzato che non è coinvolta nel modo in cui sono usate le società offshore che apre per i propri clienti. Ramon Fonseca, uno dei due soci fondatori dello studio ha dichiarato che questo è come una tempesta tropicale, quando passerà tornerà tutto come prima, che loro non sono colpevoli di nessun atto illecito.


Il raid negli uffici segue quello a San Salvador, la capitale di El Salvador, dove le autorità hanno sequestrato 20 computer e alcuni documenti dagli uffici salvadoregni della società panamense. Il procuratore generale salvadoregno ha detto che il raid era stato deciso dopo che la società aveva deciso di togliere l’insegna dal suo ufficio di San Salvador e dopo aver scoperto che l’ufficio salvadoregno non è tra quelli riconosciuti dallo studio legale sul suo sito.


In Brasile 5 dipendenti di Mossack Fonseca sono stati arrestati in relazione allo scandalo Car Wash per riciclaggio di denaro e corruzione ma la sede centrale se ne è lavata le mani dicendo che la sede brasiliana era completamente indipendente, aveva la propria amministrazione, fondi e staff.
Anche la sede alle Isole Vergini Britanniche è finita nell’occhio delle autorità locali che stanno considerando se depositare una denuncia per evasione fiscale.


Il presidente panamense Juan Carlos Varela ha dichiarato che sarà creato un panel internazionale per migliorare la trasparenza nella florida industria finanziaria del piccolo stato centroamericano.
Industria redditizia dato che Panama è il terzo stato al mondo per compagnie registrate dopo Hong Kong e le Isole Vergini Britanniche.

TODAY

23 Oct

Monday

Le Rubriche

Photo Gallery