La Corte Suprema americana ha legalizzato i matrimoni omosessuali

La Corte Suprema americana ha tolto anche gli ultimi paletti nei confronti dei matrimoni omosessuali

Il movimento per i diritti degli omosessuali ha ottenuto la sua più grande vittoria di sempre negli Stati Uniti, la Corte Suprema ha definitivamente liberalizzato i matrimoni omosessuali stabilendo che la Costituzione statunitense garantisce il diritto a coppie dello stesso sesso di sposarsi.


La decisione è stata di combattuta e la maggioranza risicata, 5-4, ma il risultato è stato storico. La decisione è stato il momento apicale di decenni di discussioni e attivismo ma è arrivata in un momento in cui la maggior parte dell’opinione pubblica americana, come mostrato da recenti sondaggi, approva i matrimoni tra persone dello stesso sesso.


Il giudice Anthony M. Kennedy, che ha letto la sentenza, ha detto che gli omosessuali chiedono la stessa dignità delle coppie eterosessuali e la costituzione gli garantisce questo diritto.
I Giudici John G. Roberts, Antonin Scalia e Clarence Thomas, tutti contrari, hanno rilasciato una dichiarazione in cui sostengono che la Costituzione non abbia niente a che fare con il diritto di celebrare matrimoni omosessuali.


La Corte Suprema si è mossa con estrema cautela sul tema creando una solidissima base legale per la scelta. La decisione era attesa da quando, in ottobre, la Corte aveva deciso di non accettare i ricorsi che si erano moltiplicati dal momento in cui alcuni stati avevano legalizzato i matrimoni omosessuali. Gli stati in cui il matrimonio era permesso erano solo 19 allora, sono subito saliti a 24 e dopo la decisione di non ascoltare gli appelli gli stati in cui il matrimonio omosessuale era permesso erano diventati 36. Il 70% degli americani vive in stati in cui il matrimonio omosessuale è permesso.


I voti positivi sono arrivati dai 4 giudici liberali: la Sotomayor, la Kagan, la Ginsburg, Breyer e da Kennedy, appunto. I voti contrari sono stati quelli di: Roberts, Scalia, Alito e Thomas.

TODAY

25 Jan

Tuesday

Le Rubriche

Photo Gallery