martamarzotto

Marta Marzotto, la superstar dell’arte italiana

Marta Marzotto era la stella dei salotti e del mondo dell’arte italiana, musa di Guttuso e stilista

Marta Marzotto (née Vacondio) è morta all’età di 85 anni a Milano.
La regina dei salotti era nata il 24 febbraio 1931 a Reggio Emilia e da alcuni giorni era ricoverata alla clinica La Madonnina. Ne ha dato l’annuncio la nipote, Beatrice Borromeo, con un tweet “Ciao nonita mia” e con una foto di una giovane Marta.


Marta Marzotto visse una vita intensa, piena di conoscenze famose, salotti bene e uomini di grande cultura.
Figlia di un casellante ferroviario e di una mondina iniziò a fare, giovanissima, la mondina anche lei. Successivamente si trasferì a Milano e iniziò l’apprendistato da una sarta, diventò modella per i vestiti della sua datrice di lavoro e poco dopo conobbe Umberto Marzotto, imprenditore tessile, e da lui ebbe cinque figli: Paola, madre di Beatrice e Carlo Borromeo; Annalisa; Vittorio Emanuele; Maria Diamante e Matteo.


I due divorziano ma lei continuò a usare il cognome del marito.
Grande frequentatrice di salotti culturali, conosce Renato Guttuso e ne diventa la musa.
Guttuso la ritrae innumerevoli volte e il loro rapporto si interrompe bruscamente dopo vent’anni.


Successivamente la Marzotto si legò a Lucio Magri, politico passato dalla Dc al Pci poi giornalista de Il manifesto, poi Pdup e infine ancora Pci. La storia con Magri durò dieci anni e i due si lasciarono male. Lei dopo la fine dell’amore ebbe parole dure: “Un precursore di certi politici di oggi. La nostra fu una storia importante, che durò dieci anni. Diceva di amarmi. La verità è che amava solo sé stesso” e poi “Un’intelligenza cattiva, feroce. E’ come se rimproverasse al mondo che il suo sogno di essere accanto a Che Guevara non si era mai avverato” e infine “amava la tavola apparecchiata con tovaglie preziose e ricamate e le stoviglie dovevano essere d’argento”.





Una personalità, quella della Marzotto, che conquistava le persone ancora in tarda età e che mancherà a moltissimi amanti dell’arte e della cultura.

TODAY

28 Mar

Tuesday

Le Rubriche

Photo Gallery