Quindi Hillary Clinton vincerà le elezioni?

Man mano che la data delle elezioni americane si avvicina la Clinton sembra sempre più sicura della vittoria, o no?

Mancano solo nove settimane alle elezioni e quasi tutti i sondaggi danno Hillary Clinton decisamente avanti rispetto a Donald Trump, aumentando il vantaggio (che ha pur sempre avuto).
La Clinton è passata, nell’ultimo periodo, avanti anche in molti stati importanti rendendo il cammino di Trump sempre più difficile.


Tutto semplice se i sondaggi fossero affidabili, peccato che, come abbiamo recentemente scoperto con il referendum per Brexit, non lo siano.
C’è da dire che nelle ultime elezioni tutti i candidati più avanti a questo punto della corsa sono diventati presidente. I bookmaker, sempre affidabili riguardo le previsioni, danno la Clinton come la forte favorita. I modelli matematici del Times la danno vincente nell’84% dei casi e anche il sito FiveThirtyEight di Nate Silver, diventato famoso per aver sempre predetto i vincitori delle elezioni, le dà una possibilità di vittoria del 68.5%.


l supporter della Clinton, però, non sono tranquilli e il nuovo sondaggio della CNN non ha fatto che aumentare le loro preoccupazioni. Trump è visto come leggermente in vantaggio in questo sondaggio fatto tra quelli che “probabilmente voteranno” anche se anche in quel sondaggio tra i votanti registrati la Clinton era avanti.


In pratica, i sondaggisti della CNN hanno tolto alcuni votanti della Clinton che secondo loro probabilmente non si presenteranno alle elezioni l’8 di novembre. Una cosa normale per i sondaggi USA anche se i criteri per definire la probabilità che un votante si presenti o meno al seggio sono sempre arbitrari, ogni società ha i suoi.


Un avvicinamento nei sondaggi si è comunque registrato. Un sito come Real Clear Politics che mette insieme diversi sondaggi effettuati da diverse società è passato dal mostrare un vantaggio della Clinton di 7.9 punti ad un vantaggio, oggi, di soli 3.3 punti.
Come per i sondaggi anche i modelli matematici per combinare i sondaggi sono arbitrari. Ogni sito decide che sondaggi includere e che sondaggi togliere, a che sondaggi dare più peso e a che sondaggi meno; ad esempio l’Huffington Post, nella sua media tra i sondaggi mostra un vantaggio ancora di 5 punti della Clinton. Tutti però dicono che i due si sono avvicinati.


I motivi di questo avvicinamento probabilmente sono da ricondurre al fatto che all’epoca dei sondaggi precedenti la Clinton era appena uscita da un’ottima convention democratica mentre Trump usciva da quel disastro degli insulti alla famiglia del soldato USA musulmano morto in Iraq.
La verità è che i votanti americani sono sempre stati praticamente divisi a metà e i voti fluttuanti sono pochi. Chi è repubblicano piuttosto che votare democratico voterà Trump lo stesso anche se non lo considera un buon candidato.


Altra cosa certa è che se la Clinton non è certo amata dal pubblico Trump lo è ancora meno. Secondo una media dell’Huffington Post il favore generale nei confronti della Clinton è di meno 14.6% mentre quello di Trump è di 19%.
Tutto, come sempre, si ridurrà a chi conquisterà più stati combattuti come la Florida e l’Ohio e qui la Clinton è in vantaggio ma con troppi pochi punti per rimanere tranquilla e navigare felice verso la Casa Bianca. Insomma. La Clinton probabilmente vincerà ma nessuno pensa che sarà una vittoria facile.

TODAY

18 Oct

Monday

Le Rubriche

Photo Gallery