berniesandersnh

Sanders ha rovinato la rincorsa alla presidenza della Clinton?

Il risultato delle primarie in New Hampshire potrebbe essere l’inizio del declino per la prima presidente in pectore degli USA Hillary Clinton

Il secondo stato delle primarie per le presidenziali USA ha fatto male alla candidata più verosimile sia tra i democratici che tra i repubblicani: Hillary Clinton.
Nonostante Sanders sia ben lontano dall’ottenere la nomination democratica il candidato del Vermont sta riuscendo a convincere sempre più giovani elettori e donne che la Clinton è al servizio della grande industria di Wall Street.


Nei prossimi stati in cui si terranno le primarie, North Carolina e Nevada, la Clinton sembra guidare i sondaggi con numeri a doppia cifra ma una sconfitta così marcata in New Hampshire potrebbe scoraggiare qualche suo elettore.


Sanders non è iscritto al partito democratico, è un indipendente, e molti dei suoi supporter hanno dichiarato che non voteranno la Clinton in caso vinca le primarie. Questo non potrà che far male alla più probabile candidata democratica.


La perdita di popolarità e reputazione che queste primarie stanno portando alla Clinton finirà per diventare una zavorra quando si tratterà di correre per le elezioni generali.
Anche i tentativi di recuperare i voti delle giovani donne, tramite gli endorsment di Madeleine Albright e Gloria Steinem, hanno ottenuto l’effetto contrario, sempre più giovani donne stanno votando per Sanders.
Più la campagna della Clinton diventa “cattiva” più Sanders guadagna voti.


Lo staff della Clinton aveva pianificato questa sconfitta, dall’inizio di gennaio la Clinton non guidava un solo sondaggio in New Hampshire.
La Clinton aveva provato a cambiare messaggio, Bill Clinton era arrivato a dichiarare che sua moglie non fa parte dell’establishment (!) e i numeri non hanno fatto che peggiorare.


Un altro pericolo in cui la Clinton rischia di inciampare è inseguire Sanders a sinistra, come ha provato a fare negli ultimi comizi prima del voto in cui era arrivata a dichiarare che punirà Wall Street e metterà in galera i CEO che agiscono senza scrupoli.
Raggiungere Sanders sul suo terreno è pericoloso per due motivi: Sanders è più efficace e credibile come candidato di sinistra/protesta e, soprattutto, la Clinton è ancora la candidata di punta del Partito Democratico per la sua capacità di attirare i voti del centro e spostarsi a sinistra togliere anche questo suo, essenziale, appeal.

TODAY

24 Sep

Sunday

Le Rubriche

Photo Gallery