Chi sono i candidati alla presidenza della FIFA?

Sono 7 i candidati a prendere il posto di Blatter alla FIFA, ecco chi sono

Il momento in cui il regno di Sepp Blatter si avvia verso la conclusione è sempre più vicino. La FIFA è un covo di serpi che vive di voltafaccia, mazzette e clientelismi ma organizza il più grande evento sportivo al mondo a parte le Olimpiadi: il campionato del mondo di calcio.
Motivo per cui l’elezione a presidente della FIFA ha una importanza forse senza pari nel mondo per quanto riguarda le organizzazioni non politiche.


L’elezione è prevista per il 26 febbraio e, per ora, i candidati arrivano da tutto il mondo: Sudafrica; Giordania, Trinidad e Tobago, Liberia, Bahrain e Svizzera. Tra i candidati ci sono ex prigionieri politici, principi, avvocati e ex calciatori.


Alcuni candidati sono stati bloccati a causa di violazioni del codice etico e problemi legali. Michel Platini, l’ex fuoriclasse franco-italiano della Juventus, ad esempio, è stato bloccato dalla FIFA per 90 giorni a causa di una inchiesta che lo vede coinvolto in un giro di corruzione multimilionario. L’ex vice-presidente della FIFA, Chung Mong-joon, un sudcoreano, è stato bloccato per sei anni dalla FIFA a causa di ripetute violazioni al codice etico.


La FIFA è attualmente senza un presidente eletto dato che Sepp Blatter è stato sospeso per 90 giorni a causa della stessa inchiesta che è costata la sospensione a Michel Platini. Il facente funzione di presidente, ora, è colui che ha perso le elezioni contro Blatter nel 2002, l’ex calciatore del Cameroon Issa Hayatou.


Per presentare la propria candidatura ogni aspirante presidente deve ottenere l’appoggio di almeno 5 federazioni nazionali e deve aver lavorato nel calcio per almeno due degli ultimi 5 anni. I candidati dovranno poi passare il vaglio di un comitato etico che potrebbe eliminare alcuni candidati che hanno problemi legali per questioni non direttamente inerenti la FIFA.


Mosima Gabriel “Tokyo” Sexwale


Chi sono i candidati alla presidenza della FIFA?


Tokyo Sexwale è un attivista anti-apartheid sudafricano che ha fatto 14 anni in prigione a Robben Island, la stessa prigione di Nelson Mandela. Sexwale sarebbe il primo presidente della FIFA sudafricano. Il continente africano ha di per sé 54 federazioni votanti. Tante. Sexwale che è stato ministro del governo Zuma, proprietario di una industria mineraria e conduttore della versione sudafricana di The Apprentice sarebbe un presidente sicuramente carismatico.


Musa Bility


Chi sono i candidati alla presidenza della FIFA?


Presidente della federazione calcistica liberiana era il candidato delle federazioni africane fino ad agosto ma nonostante abbia perso il sostegno della maggior parte delle federazioni ha provato a candidarsi lo stesso. Le sue possibilità di elezione sembrano veramente irrisorie.


Jerome Champagne


Chi sono i candidati alla presidenza della FIFA?


Un ex diplomatico di professione ha fatto parte della FIFA dal 1990 al 2010. Ora si occupa di calcio per diverse organizzazioni in Africa e in Asia. Ha già tentato di candidarsi per la presidenza dell’anno scorso ma non ha ottenuto abbastanza voti. Pensa di essere l’uomo giusto per dare alla FIFA la credibilità persa negli ultimi anni.


Ali bin al-Hussein


Chi sono i candidati alla presidenza della FIFA?


Il terzo figlio di re Hussein di Giordania è stato l’unico a contrastare Blatter durante le scorse elezioni e ottenne 73 voti contro i 133 di Blatter. Il principe è uno dei candidati con più possibilità di elezione.


David Nakhid


Chi sono i candidati alla presidenza della FIFA?


Ex calciatore di Trinidad e Tobago di 51 anni che da anni vive in Libano dove gestisce una scuola calcio. Si è candidato per portare l’attenzione verso le federazioni caraibiche che secondo lui sono state male rappresentate negli ultimi anni alla FIFA. Nonostante Jack Warner, uno degli ex vice presidenti della FIFA coinvolti nello scandalo corruzione fosse proprio l’ex ministro della sicurezza nazionale di Trinidad e Tobago.


Gianni Infantino


Chi sono i candidati alla presidenza della FIFA?


Il candidato dell’UEFA in sostituzione di Michel Platini sarà Gianni Infantino, suo braccio destro. L’avvocato svizzero di origini calabresi è stato uno dei personaggi chiave del Financial Fair Play. Infantino è il segretario generale dell’UEFA dal 2009 e si candida a prendere i voti di tutte le federazioni europee. Non è chiaro cosa succederà se la FIFA permetterà a Michel Platini di candidarsi dopo il periodo di sospensione.


Salman bin Ebrahim al-Khalifa


Chi sono i candidati alla presidenza della FIFA?


Presidente della AFC, la federazione asiatica e facente parte della famiglia reale del Bahrain. al-Khalifa è attualmente sotto inchiesta per la complicità nella detenzione illegale di alcuni atleti durante le proteste anti-monarchiche del 2011 in Bahrain.
Grande sostenitore di Blatter e da Blatter a sua volta sostenuto per la candidatura alla federazione asiatica. La sua candidatura difficilmente passerà lo scoglio del comitato etico.

TODAY

07 Dec

Tuesday

Le Rubriche

Photo Gallery