1

LE CORBUSIER E LA SUA INSUPERATA IDEA DELL’ ABITARE

Parlare di Le Corbusier è come parlare di Leonardo da Vinci o di Michelangelo con l’unica differenza che, questi suoi illustri predecessori, hanno smesso di influenzare e di fare scuola e restano dei classici per quanto insuperati, al contrario Le Corbusier continua ad influenzare il mondo dell’architettura come se il tempo si fosse fermato.

Architetto e urbanista visionario, teorico della modernità, ma anche pittore e scultore, Le Corbusier Charles-Edouard Jeanneret ha segnato profondamente il XX secolo sconvolgendo il modo e il concetto di “abitare”.


Questo immenso architetto e pittore, urbanista e scultore, artista completo, come quelli rinascimentali, resta insuperato e anzi ancora lo si copia e studia.

Le Corbusier, nasce a La Chaux de fond nel 1887 e muore nel 1965 a Martin.

Conosciuto come il teorico del razionalismo architettonico, Le Corbusier è stato molto di più perché ha creato una filosofia dell’abitare e dello spazio.

Essenziale per la sua formazione furono i viaggi che fece dal 1906 al 1914, viaggiò tra l’Europa e il Medio Oriente per studiare da autodidatta l’ architettura del passato.

Al suo ritorno comincia a elaborare le sue idee sull’architettura in particolare mette a punto il progetto delle case impostate su una struttura in cemento armato modulare.


LE CORBUSIER E LA SUA INSUPERATA IDEA DELL’ ABITARE


A Parigi ha inizio la sua attività di pittore che mai abbandonerà anche se, contemporaneamente, comincia ad elaborare le idee per i grandi progetti urbanistici che lo renderanno un maestro e un punto di riferimento per le generazioni future.

Fondamentale fu la pubblicazione nel 1935 de La Ville Radiesuse un compendio delle sue teorie urbanistiche.

La sua idea dominante era quella di costruire grandi case su pilotis con spazi verdi che passano sotto l’edificio in una comunicazione essenziale con l’esterno.

La casa per Le Corbusier è una “machine à habiter”, una macchina da abitare.


LE CORBUSIER E LA SUA INSUPERATA IDEA DELL’ ABITARE


Tanto completa fu la sua idea dell’abitare che disegnò anche divani e sedute che restano tutt’ora dei classici.

E’ di questi anni il viaggio a Rio de Janiero dove realizzò il Ministero dell’Educazione, una costruzione che è diventata il simbolo di una scuola architettonica che ancora oggi è seguita in Brasile.

Agli anni quaranta risale una nuova importante elaborazione: il famoso Modulor.

Si tratta in sostanza delle misure di un uomo alto 1, 83 cm le cui misure vengono modulate all’interno di nuovi spazi .

Si fa teorico di una logica degli spazi costruiti sulla base del Modulor.

Tra i sui progetti vi era quello di costruire 360 alloggi muniti di servizi comuni; questo progetto fu criticato e non capito, ma è diventato oggetto di studio da parte delle maggiori scuole di architettura producendo anche cattive interpretazioni che hanno prodotto anche disastri architettonici ed urbanistici tutt’ora, purtroppo, visibili .


LE CORBUSIER E LA SUA INSUPERATA IDEA DELL’ ABITARE


E’ del 1950 la famosa cappella di Rochamp di Notre-dame-du-Haute, seguiranno il convento di La Tourette e gli edifici di Chandigarh .

Tuttavia uno dei progetti che meglio sintetizza la filosofia dell’abitare di Le Corbusier è Ville Savoye dove la geometria, l’idea di sospensione, la necessità del dialogo con l’esterno, il rigore e insieme la comunione degli spazi ne fanno un modello insuperato di architettura.

Una lezione insuperata quella di Le Corbusier che ha saputo, per esempio, con la progettazione dell’ospedale di Venezia, poco prima della sua morte, mostrare come la progettazione non può prescindere dal tessuto urbano e dalle caratteristiche preesistenti del tessuto urbano .


LE CORBUSIER E LA SUA INSUPERATA IDEA DELL’ ABITARE


Le Corbusier dunque con la sua idea di una casa come macchina da abitare, con l’idea della funzionalità degli spazi, con il suo spirito geometrico unito a un idea del colore e della libertà dello spazio, resta un punto di riferimento fondamentale nella storia dell’architettura ancora insuperato e massicciamente imitato.

TODAY

21 Sep

Saturday

Le Rubriche

Photo Gallery