Cosa gli americani non capiscono riguardo le armi da fuoco

Dopo la strage di Orlando si ricomincia a parlare di armi negli USA ma alcuni argomenti rimangono tabù

Gli omicidi di massa negli Stati Uniti stanno diventando una costante, decine di migliaia di persone muoiono ogni anno a causa delle armi da fuoco ma gli americani, incredibilmente, ancora non capiscono una costante nota in tutto il mondo: più armi da fuoco in circolazione significa più morti per armi da fuoco.


Nessun altro paese sviluppato al mondo ha un numero di morti per arma da fuoco anche solo lontanamente simile a quello degli Stati Uniti. In Australia per ogni milione di persone ci sono 1.4 persone morte a causa delle armi da fuoco, in Germania 1.9, in Svizzera, un paese con moltissime armi da fuoco 7.7 mentre in america 29.7.


Questo numero va a braccetto con un altro: gli USA sono lo stato con la più alta percentuale di armi da fuoco possedute da privati, 88.8 per 100 persone, al secondo posto di questa classifica c’è lo Yemen, uno stato in guerra civile da anni, con 54.8. Gli americani, per dire, sono il 4.43% della popolazione mondiale eppure possiedono il 42% delle armi globali.


Un altro numero incontrovertibile è che più armi da fuoco sono in mano ai privati più morti per armi da fuoco ci saranno. Negli USA lo stato con più armi da fuoco pro capite è il Wyoming e lo stato con più uccisioni per armi da fuoco, in proporzione, è proprio il Wyoming. Lo stato americano con meno armi da fuoco sono le Hawaii che, difatti, è lo stato con meno morti per armi da fuoco. Lo stesso vale per le altre nazioni.
Le percentuali inoltre non cambiano per quanto riguarda i suicidi, più armi significa più suicidi portati a termine con armi.


Un paio di esempi sono il Giappone, uno dei paesi con meno armi pro capite e una legge molto restrittiva è il paese con meno omicidi con armi da fuoco al mondo e l’Australia, un paese che dopo una strage ha deciso di togliere i permessi per quanto riguarda i fucili automatici e semi-automatici e che ha visto i propri livelli di omicidi calare drasticamente (42%).


Uno dei motivi per cui ci sono così tante armi in America è che c’è una fortissima lobby a favore delle armi. La NRA sostiene che qualsiasi legislazione che sia volta a controllare la vendita di armi da fuoco in USA è un passo verso la violazione del secondo emendamento della Costituzione, quello che dà diritto ai cittadini americani di possedere armi da fuoco.
In USA le famiglie in cui esiste almeno un’arma da fuoco sono tra il 34% al 43% a seconda delle ricerche e l’NRA riesce a far sollevare questa minoranza ogni volta che si parla di controllo delle armi da fuoco. Nessun politico vuole avere tutte queste persone, così attive per giunta, contro.


Negli Stati Uniti si comincia sempre a parlare di controllo delle armi dopo gli omicidi di massa ma questi sono una piccola, anche se significativa, parte del problema. Nel 2013 ci sono stati circa 500 americani morti in omicidi di massa ma gli omicidi hanno ucciso 11.200 statunitensi.

TODAY

27 Nov

Friday

Le Rubriche

Photo Gallery