passaporti

L’Italia è al centro di un giro di passaporti contraffatti

Gli USA minacciano di introdurre i visti per certe nazioni, tra cui l’Italia, se non si porrà un freno al prosperare di passaporti contraffatti

Il mercato nero dei passaporti contraffatti in Europa si è ingrandito a dismisura negli ultimi mesi e gli USA minacciano di introdurre i visti per molti paesi, come Italia e Grecia, in cui il mercato sembra particolarmente fiorente.
Il numero di passaporti falsi è raddoppiato in 5 anni. I passaporti non vengono solo dall’Europa ma anche dal Medio Oriente. Secondo l’Interpol sono recentemente scomparsi 250.000 passaporti siriani e iracheni, alcuni di questi completamente intonsi.
Il mercato è così fiorente a causa dell’enorme quantità di profughi che si sta spostando in Europa in questi mesi.


Il dipartimento della Homeland security statunitense ha alzato l’allarme dopo gli attacchi di Parigi, due degli attentatori avevano dei passaporti falsi, e ha dato un ultimatum a Francia, Belgio, Germania, Grecia e Italia: entro il 1 di febbraio i punti deboli del sistema di controllo dovranno essere sistemati o gli USA introdurranno l’obbligo di visto per i paesi in questione. Grecia e Italia, non c’è bisogno di dirlo, sono considerati i due paesi più problematici.
Gli stati europei, dal canto loro, sono consapevoli del problema e all’incontro di alcuni giorni fa ad Amsterdam dei ministri degli Interni e della Giustizia dell’UE, si è parlato della creazione di una task force per contrastare “l’industria dei documenti contraffatti” che si è creata in Siria, Iraq e Libia e che è gestita direttamente da Daesh.


I ministri hanno affermato che è molto difficile fermare questi documenti perché nella maggior parte dei casi si tratta di documenti legittimi rubati in uffici occupati dai miliziani di Daesh.
Due degli uomini che si sono fatti esplodere allo Stade de France hanno usato passaporti siriani falsi per passare in Grecia. Pochi giorni dopo la polizia serba ha arrestato un uomo che aveva un passaporto in cui alcuni dettagli coincidevano con quelli degli attentatori.


La polizia austriaca ha arrestato due uomini che chiedevano asilo con altri due passaporti siriani falsi mentre la polizia italiana ha arrestato due siriani con passaporti falsi norvegesi e austriaci.
Grecia e Italia, essendo i due stati più coinvolti nel flusso di migranti, sono quelli che hanno più problemi a gestire la grande quantità di passaporti falsi che stanno invadendo l’UE.


In alcuni giorni gli inquirenti presenteranno i risultati dell’inchiesta chiamata a indagare sul furto di centinaia di passaporti fallati destinati al macero. Nessuno si era accorto del furto fino a quando a Fiumicino un passeggero ha presentato un passaporto il cui numero seriale era registrato come distrutto.
Un passaporto europeo ha più valore di uno del Medio Oriente dato che vengono sottoposti a controlli meno approfonditi e quindi hanno un costo più alto, si parla di cifre che si aggirano sui 7.000 euro.

TODAY

21 Sep

Saturday

Le Rubriche

Photo Gallery